Brembo, orgoglio italiano: le vittorie sono 500!

Dici Brembo e sai di che cosa parli. Ormai è un sinonimo di frenata. Frenata sicura, frenata sportiva. Per vincere non basta essere i più veloci, bisogna anche potersi fermare al momento giusto, rallentare prima che fugga l’attimo… Brembo è un orgoglio italiano. Un’azienda che partendo dal chilometro rosso in provincia di Bergamo, conquista il mondo. Nelle corse ormai sono più di 500 le vittorie. Vale la pena festeggiare!

Prima di tutto una fotografia: che cosa è Brembo? Un’azienda che opera in 14 Paesi di 3 continenti, con 24 stabilimenti e siti commerciali, contando sulla collaborazione di oltre 10.800 persone. Di queste, circa il 10% sono ingegneri e specialisti di prodotto che lavorano nella ricerca e sviluppo. Il fatturato 2019 è pari a € 2.591,7 milioni (31/12/2019). Brembo è proprietaria dei marchi Brembo, Breco, AP, Bybre, Marchesini e opera anche attraverso il marchio AP Racing.

Il presidente di Brembo è Alberto Bombassei, l’uomo che convinse Enzo Ferrari a frenare le sue auto con i suoi prodotti. Da allora la collaborazione non si è più fermata e Bombassei custodisce gelosamente e orgogliosamente la foto di quel primo incontro con l’ingegnere. Amministratore Delegato A dal 1° luglio 2019 è Daniele Schillaci, un manager da sempre nel mondo dell’auto, nato in Sicilia, ma cresciuto in Belgio. Un grande apassionato di Formula 1, innamoratosi del motorsport da ragazzo quando aveva in camera il poster di Gilles. In squadra drettore del Performance Group, c’è anche Mario Almondo, già direttore tecnico in Ferrari. Il chief digital & innovation officer, responsabile ricerca e sviluppo è dal 2013 quel Giorgio Ascanelli per anni ingegnere di pista a Maranello (e poi in McLaren), un uomo che si è costruito nelle corse lavorando con Senna e Berger tanto per non fare nomi…

Con 42 titoli mondiali vinti – tra titoli piloti, costruttori e team – il gruppo Brembo raggiunge il traguardo di 500 successi ottenuti nelle diverse competizioni a due e a quattro ruote in oltre 45 anni di presenza globale nel Motorsport. Titoli che comprendono anche gli importanti traguardi ottenuti con Marchesini, leader nella progettazione, realizzazione e commercializzazione di cerchi in lega leggera per moto da corsa e stradali e con AP Racing, leader nel mercato della fornitura di freni e frizioni per auto e moto da competizione con sede a Coventry. Entrambi i marchi fanno parte del gruppo Brembo dal 2000.

In Formula 1 tutti i 17 GP disputati nella stagione attuale sono stati vinti da vetture fornite di componenti Brembo. L’azienda bergamasca può vantare vittorie in 442 Gran Premi su 785 che si sono disputati dal 1975 – anno di esordio nel campionato – a oggi, per un totale di 26 campionati del mondo piloti e 30 campionati del mondo costruttori vinti con i principali team.

Continua il dominio assoluto anche in MotoGP, a cui si aggiungono nuovi successi in Moto2 e in Moto3 (anche con Marchesini). Superate le 500 vittorie nella classe regina (classe 500 e MotoGP): per la quinta
stagione consecutiva Brembo ha fornito tutti i team. In particolare, i 27 piloti che quest’anno hanno corso
almeno una gara in MotoGP, si sono affidati agli elevati livelli di performance e sicurezza garantiti dai
componenti Brembo: pinze freno, dischi e pastiglie in carbonio, pompe freno e pompe frizione.
Partendo dal 1978 e arrivando fino al 2001, si contano i primi 185 GP vinti da moto dotate di freni Brembo
nella classe 500.

La serie vincente inizia però nel 1995: da quell’anno infatti tutti i GP sono stati vinti da moto equipaggiate
con freni dell’azienda bergamasca. Infine, dal 2002 – anno di introduzione della MotoGP – tutti i 329 GP
disputati sono stati vinti da moto con impianti Brembo
per un totale che supera le 500 vittorie in oltre 40
anni di presenza nella classe regina. Brembo può vantare il successo in 32 campionati del mondo piloti e 33 campionati del mondo costruttori vinti con i principali team di MotoGP.

Ennesimo dominio incontrastato per Brembo anche nel campionato World Superbike, in cui è presente dal
1988 con ben 29 successi nel campionato del mondo piloti e 33 nel campionato del mondo costruttori
ottenuti in oltre trent’anni di presenza con i principali team.

Il 2020 si conferma un anno vincente anche nel Motorsport elettrico. Seconda stagione consecutiva per
Brembo come fornitore esclusivo del campionato FIA Formula E: tutte le 24 monoposto full electric della
nuova generazione – Gen2 – sono state equipaggiate con freni Brembo
tramite il costruttore Spark Racing
Technology. Dopo l’esordio del 2019 nel campionato FIM MotoE World Cup, Brembo ha nuovamente
equipaggiato con l’intero impianto frenante le 18 Ego Corsa di Energica Motor Company, nonché con i
cerchi forgiati Marchesini, presenti anche in 7 team su 11 in MotoGP e in oltre il 50% dei piloti di Moto2,
Moto3 e WSBK.
Oltre ai già citati campionati di Formula 1, Formula E, MotoGP, Moto2, Moto3, MotoE, e WSBK, è doveroso
ricordare anche i campionati GT, NASCAR, WRC, WTCR, IndyCar, Enduro, MX2, EWC, IMSA, DTM,
Formula 2, Formula 3 e tanti altri ancora, per un totale di oltre 500 titoli mondiali vinti dal 1975 ad oggi
nelle diverse categorie.

Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.