La #Formula1 vuole congelare le regole. La #Ferrari non gradisce

La Formula 1 sta valutando l’idea di rimandare al 2022 la grande rivoluzione che tecnica che avrebbe dovuto trasformare le monoposto all’inizio della prossima stagione. Sarebbe uno degli effetti del Corona Virus che sta già stravolgendo il calendario.

Un congelamento dell’attuale regolamento tecnico aiuterebbe le squadre che quest’anno con una stagione compressa e concentrata in autunno, dovrebbero concentrasi sul doppio progetto 2021/2022. Anche economicamente sarebbe un bell’aiuto.

E’ questo quello di cui hanno parlato i team riuniti in Conference Call. Sul tavolo il congelamento dello sviluppo di telai, cambi e altre parti meccaniche lasciando libero solo lo sviluppo aerodinamico.

A chi può far comodo una scelta del genere? Non è difficile rispondere. A quei team che oggi sono in vantaggio e quindi ci resterebbero anche la prossima stagione . Leggi Mercedes su tutti. Non sarebbe una bella soluzione per la Ferrari, questo è fuori di dubbio. E infatti il team di Binotto sarebbe l’unico ad opporsi alla proposta di Liberty. Ma poi tutto dipenderà da quando si potrà cominciare il campionato.

Già oggi la casa di Maranello, con fabbrica chiusa fino al 27 marzo, si trova in grande difficoltà rispetto ai team inglesi che invece continuano tranquillamente a lavorare. Lo smart working in Formula 1 ti può permettere di analizzare date, di buttare giù qualche idea, qualche soluzione. Ma poi mancherebbero la fase due, la prova al simulatore, e la fase tre, la prova in galleria. Senza contare l’impossivilità di far girare il motore al banco.

A questo proposito Fia e Formula1 sono intervenute anticipando la chiusura estiva e allungandola da 2 a tre settimana. Una misura senzata e apprezzata: ” Alla luce dell’impatto globale del coronavirus COVID-19 che sta attualmente influenzando l’organizzazione degli eventi del Campionato mondiale di Formula 1 della FIA, il World Motor Sport Council ha approvato una modifica al Regolamento Sportivo di Formula 1 della FIA 2020, spostando il periodo di chiusura estiva da luglio e Da agosto a marzo e aprile e prolungandolo da 14 a 21 giorni”.

La Ferrari ha deciso di chiudere da domani, per tre settimane. Gli inglesi chiuderanno a fine mese.

Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.