Alfa Romeo: un futuro in Formula E non è da escludere

Dall’Inghilterra rimbalza una voce da non sottovalutare: Alfa Romeo o Maserati potrebbero debuttare nel mondiale di Formula E che nel 2023 entrerà nella nuova era con le vetture della terza generazione. Sia Alfa che Maserati hanno in programma il lancio di vetture elettriche e il campionato elettrico potrebbe servire per la promozione.

L’accordo tra Alfa Romeo e Sauber scadrà a fine anno. Ha dato dei risultati di marketing importanti in termini di popolarità del brand, ma non ha mai fatto il salto di qualità che sognava Marchionne con un vero travaso di tecnologia dall’Italia alla Svizzera. Al massimo c’è stato un viaggio inverso con le strutture di Sauber che hanno contribuito alle versioni più sportive di Giulia e Stelvio.

A render plausibile un passaggio alla FormulaE è una frase pronunciata un paio d’anni fa dal nuovo Ceo di Alfa, Jean Philippe Imparato. Una frase che potrebbe essere un indizio:

Chiedere 200 milioni di euro per un programma di sport è completamente folle. Il motorsport è morto a meno che non sia elettrificato

Jean Philippe Imparato, Autocar 2019

Imparato (Imparato, l’uomo giusto per far correre Alfa Romeo) ha una grande passione per lo sport. Lui stesso è spesso sceso in pista con Tavares, ma ha anche una grande passione per i conti… E’ comunque stato lui ad appoggiare il programma Hypercar che rivedrà Peugeot nelle grandi corse di durata (a proposito perchè non ipotizzare anche lì una presenza Alfa?).

Per ora solo Mahindra e Ds Automobiles (gruppo Stellantis, guarda caso) hanno già annunciato la loro partecipazione alla Gen 3 del campionato. Molto probabilmente faranno altrettanto anche Nissan, Mercedes e Porsche che sono appena entrate in gioco. Audi e Bmw invece hanno già annunciato un cambio di programmi (Audi si darà ai rally elettrici ad esempio). Da anni la Formula e cerca di avere un team italiano dopo aver portato il campionato a Roma… Vedremo. Forse mai come questa volta si è davvero vicini anche se va considerato che Maserati con MC20 ha in mente tutt’altro…

Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.