#F1 e #MotoGp: ecco i calendari… Si avvicina una nuova gara italiana…

La Formula1 cancella ufficialmente anche Azerbaigian, Singapore e Giappone. A questo punto è sempre più probabile che venga aggiunta un’altra gara italiana (il Mugello è favorito)… D’altra parte Ross Brawn l’altro giorno ha confermato che si stanno prendendo in considerazione circuiti omologati per la F1 dove però abitualmente con si gareggia.

L’obbiettivo resta sempre quello di arrivare ad avere 15/18 gare anche se con 8 il campionato sarebbe comunque valido… (#Formula1: quando il Mondiale si assegnava con 5 gare… Quest’anno ne basterebbero 8…) Altre gare in Europa, poi certamente tre nel Golfo con un doppio Bahrain dove c’è la possibilità di modificiare il tracciato… Resta tutta la capure la situazione Nord, Centro e Sud Americana..

“Le cose si stanno muovendo in fretta, ma abbiamo ancora tempo per decidere, abbiamo diverse opzioni e siamo fiduciosi di avere una grande seconda parte di stagione anche se dobbiamo ancora sistemare qualche casella prima di renderla pubblica”, ha detto Ross.

Vedi la scelta delle gomme by #Pirelli con la sorpresa a Silverstone2.

#MotoGp:si riparte con 13 gare europee

Due gare in Andalusia per cominciare: 19 e 26 luglio. Poi Brno, un doppio appuntamento in Austria e quindi sarà il turno di Misano con il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini, seguito sette giorni dopo dal Gran Premio dell’Emilia Romagna e della Riviera di Rimini. Entrambi sul circuito dedicato a Marco Simoncelli, il 13 e il 20 settembre, vale a dire nelle due settimane successiva al GP di Formula 1 a Monza. Sette gare su 13 in Spagna, la Dorna ha trasformato la MotoGp in un campionato nazionale, ma l’importante era partire e non era semplice costruire un calendario. Adesso c’è e pure Valentino può esultare:“Penso che tutti provino una grande emozione dopo aver visto il calendario 2020 aggiornato: è un po’ di sollievo per tutti nel team e anche per i fan”.

«Per le restrizioni attuali immaginiamo di farli senza pubblico – ha detto il governatore regionale Stefano Bonaccini – ma scommetterei sulla possibilità che la gente possa essere presente, se i dati che via via stanno arrivando rimangono confortanti come quelli attuali. Non dico che potrà essere aperto tutto il circuito, ma una parte sì». Se la capienza è di 100 mila persone, questo il ragionamento, significa che 30 mila potrebbero entrare rispettando le norme di distanziamento sociale.

Sono 13 in tutto i GP già fissati. Tutti in Europa, la maggioranza in Spagna. Entro il 31 luglio sarà chiaro se Argentina Thailandia e Malesia potranno avere la loro gara.

Share Button
Annunci
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.