Giovinazzi e il coraggio: così al Meeting di Rimini

Antonio Giovinazzi e’ stato con Gregorio Paltrinieri e l’atalantino Matteo Pessina tra i protagonisti della giornata inaugurale della 42esima edizione del Meeting per l’amicizia fra i popoli di Rimini

“Il coraggio della sfida. Andare oltre i limiti”, era il tema degli interventi dei tre campioni preceduti dal sottosegretario con delega allo sport Valentina Vezzali.

“Il coraggio in macchina è la prima cosa che bisogna avere in questo sport sin da quando si è bambini con i go kart, ma non bisogna dimenticare che è soprattutto uno sport di squadra, e la velocità è una emozione che vive tutto il team – ha detto Antonio – A maggior ragione è importante dare il 100% fisicamente e mentalmente. Il talento non è nulla senza il lavoro.”

Giovimazzi ha poi aggiunto: “La pandemia è stata una situazione difficile per tutti, dai cambi di calendario, allo stare chiusi in casa, al non avere i tifosi in pista, ma questo è stato di insegnamento per capire cosa è importante e chi fa davvero la differenza, come i tifosi che rappresentano quell’adrenalina in più sia in gara che in preparazione.”

Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.