Helbiz alleanza con Williams per il mondiale dei monopattini

Ci mancava solo il mondiale per Monopattini. Con mezzi in grado di raggiungere i cento all’ora e piloti vestiti da piloti veri con tanto di protezioni e casco integrale. Roba seria insomma. Da non imitare in strada. Lo garantiscono anche due ex piloti come Alezander Wurz e Lucas De Grassi. Vedi https://esc.live/

Helbiz, Inc. (“Helbiz”), leader mondiale nella micromobilità, quotata al Nasdaq Capital Market (“Nasdaq”) con il nuovo ticker HLBZ, quella che tra lealtre cose trasmetterà anche la Serie B italiana in giro per il mondo, ha fatto la sua squadra, con il suo monopattino. Una collaborazione da Formula 1 con la Williams. Mica male.

“Continuiamo ad aggiungere valore ad Helbiz. Questo è senza dubbio un momento di forte crescita e sviluppo per l’azienda. – ha dichiarato Emanuele Liatti, Chief Product Officer di Helbiz – Proprio la scorsa settimana l’azienda si è quotata al Nasdaq, e ora siamo ufficialmente la prima azienda di micromobilità ad aver raggiunto questo obiettivo. Inoltre, abbiamo recentemente annunciato il lancio di Helbiz One, il nostro monopattino Made in Italy Designed by Pininfarina: il prototipo del primo scooter destinato alla vendita. Ora l’ingresso in questo sport di alto livello, paragonabile alle Formula 1 dei monopattini, con un modello speciale e un team dedicato, in partnership con eSC, aggiunge nuove opportunità per l’azienda. Entriamo in un mondo adrenalinico e sicuramente emozionante”.

Helbiz entra in eSC oltre che con un nuovo modello speciale anche con un team di tre piloti che gareggeranno con il monopattino S1-X nelle città di tutto il mondo dal 2022. I piloti guideranno il mezzo Helbiz progettato e sviluppato da Ycom e Williams Advanced Engineering, su circuiti urbani appositamente progettati, in accordo con le amministrazioni locali.

LA TECNOLOGIA – Gli sviluppi tecnologici e l’innovazione di questo modello saranno progressivamente portati sui modelli per uso cittadino in modo da migliorare tutti gli aspetti dei monopattini. Dunque, una palestra di altissimo livello per garantire sicurezza e sostenibilità ambientale a tutti gli utenti.

Infatti, sia per Helbiz che per eSC, la sicurezza e la sostenibilità sono i pilastri principali della loro attività. Entrambe sono costantemente alla ricerca di attività per migliorare la mobilità urbana, fornendo un trasporto sicuro senza mai perdere di vista l’impatto sociale ed ambientale. Questi valori condivisi li rendono i partner ideali.

IL NUOVO MONDIALE – eSC permetterà di raggiungere un nuovo target attraverso questo sport di alto livello accessibile e aperto a una gamma estremamente diversificata di atleti professionisti. I piloti daranno vita a gare emozionanti e competitive, su piste appositamente create nelle città di tutto il mondo.

“Siamo lieti di dare il benvenuto a Helbiz in eSC”, ha dichiarato Khalil Beschir, COO di eSkootr Championship™. ” ​Insieme alle ambizioni di più ampio respiro intorno al campionato, non ho dubbi che il team Helbiz gareggerà in eSC per vincere e sarà competitivo fin dall’inizio. Helbiz condivide la nostra passione per sviluppare ulteriormente la micromobilità e fornire opzioni di trasporto urbano più sicure e sostenibili. Helbiz è formata da un gruppo di persone incredibilmente innovative e fantasiose, pronte a pensare fuori dal comune. Questo è solo l’inizio di una collaborazione che potrebbe andare oltre la micromobilità e comprendere anche le attività media in futuro. Uno dei nostri obiettivi principali è supportare Helbiz a sviluppare i propri monopattini fornendo le più avanzate tecnologie di micromobilità per il mercato consumer. Questa partnership ci consentirà di lavorare insieme e condividere le conoscenze per fornire soluzioni di mobilità ad una società alla ricerca di un domani più intelligente e pulito”.

Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.