La #Formula 1 2019 rivissuta attraverso i disegni di Filisetti

Conosco Paolo Filisetti da una vita. Credo di essere stato il primo a pubblicare un suo disegno tecnico più di vent’anni fa su il Giornale (era il 1996 per l’esattezza, il primo anno di Schumi in Ferrari). Poi qualche anno fa l’ho richiamato alla Gazzetta dello Sport dove oggi continua a informare i lettori sulla Formula 1 che cambia. E’ un appassionato. E’ competente. Spiega bene la tecnica e non lo fa solo per gli ingegneri.

Formula 1 2019. La tecnica

Perchè parlo di Paolo, compagno di tanti giovedì sera nel salotto di Griglia di Partenza? Perchè Giorgio Nada ha appena pubblicato il suo primo libro di tecnica: Formula 1, La tecnica. Una disanima del 2019 con un’anteprima sul 2020. Disegni e testi per capire la stagione della Formula1.

Per Giorgio Nada è un’abitudine. Dopo aver pubblicato per anni la Tecnica di Giorgio Piola, quest’anno è passato a Filisetti. Esattamente come scerlsi di fare io quando Giorgiò decise di andarsene dalla Gazzetta. Paolo non ha la storia di Giorgio che da anni è sulle piste di tutto il mondo. Ma dategli tempo, in fin dei conti è ancora giovane (beh giovanissimo no, è nato nel 1967).

Prima vengono raccontate le monoposto, una per una. Poi vengono analizzati gli sviluppi gara per gara. Volete andare a rivedere come era la Ferrari che ha sbancato Monza con Leclerc… Mancano i dettagli sul motore, ma quelli sono blindati… però tutta l’evoluzione aerodiamica che portò Charles a dominare la troverete disegnata e raccontata.

Nella biblioteca di un appassionato questo è un libro che non può mancare. Ci sono tutte le auto del mondiale e le loro evoluzioni durante la stagione, Sono 167 pagine zeppe di disegni. Costa 35 euro.

Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

1 commento

  1. Grazie, Umberto, una disamina più precisa non poteva essere. Dopotutto proviene da chi mi ha fatto compiere i primi passi in F1. Da allora sono passati 24 anni e quasi 400 GP seguti sul campo, in giro per il mondo. Ma come tu giustamente fai notare, sono sncora giovane ( almeno nello spirito)…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.