La #Formula1 dice si al BudgetCap: 145 milioni per il 2021. #Ferrari firma

Nasce la Formula1 con il Budget Cap. Dal 2021 le squadre avranno un limite di spesa che continuerà a scendere negli anni successivi. La proposta alla fine è stata votata all’unanimità. Anche la Ferrari ha accettato e ora investirà denari in altre corse: endurance o Indycar.

La Formula1 taglia i costi. Ecco il budget imposto:

145 milioni di dollari per il 2021
140 milioni per il 2022
135 milioni per il 2023/24/25

La riduzione per i top team è notevole. Oggi, ingaggi dei piloti inclusi, i tre top team spendono 400 milioni di dollari a stagione… Togliendo gli ingaggi dei piloti ecco che resterebbero 320/340 milioni, praticamente il doppio di quando si troveranno a spendere dall’anno prossimo.

Resta da stabilire che vantaggi avranno i team che si fanno tutto in casa, rispetto ai team clienti che ovviamente non avrebbero costi in ricerca e sviluppo e potrebbero investire tutto nella stagione… Ci potremmo ritrovare con un’Alpha Tauri davanti a una Red Bull, o un’Alfa davanti alla Ferrari…

La Ferrari, unico team a non aver messo nessuno in cassa integrazione in questo periodo, non ha intenzione di ridurre il personale per non disperdere il know how accumulato in questi anni e quindi andrà a correre anche in altre categorie. Resta da decidere se in endurance o in formula indy, ogni campionato ha i suoi pro e contro…

Vedi altri post: #Ferrari: #Formula1, ma anche… le nuove frontiere di Maranello con il budget cap

Share Button
Annunci
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

2 commenti

  1. Sig Zapelloni
    Qualche commento in piu?
    Sono curioso di avere la sua opinione

    Io continuo a non capire un paio di cose:
    – come ci sara un controllo effettivo? Sembra strano che chi lavora per un’altra categoría non possa dare un contributo?
    – come si fa a gestire un taglio di 50% di un anno all’altro?
    – il limite include stipendi piloti?
    – come si paragona il tetto ai pagamenti liberty?
    Grazie ancora

    1. La prima bozza era di 175 poi la situazione economica ha fatto scendere il tetto. Vista la situazione mondiale mi pare sensato… gli stipendi non sono inclusi… non sarà semplice fare dei controlli… quest’anno tutti spenderanno di più visto che non ci sono limiti…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.