La Formula1 lancia i suoi profumi unisex…

Qual è il profumo della Formula 1? C’era una volta quello della benzina e delle gomme bruciate che si respirava entrando in un autodromo. Oggi però la Formula 1 ha un suo profumo ufficiale, anzi ha cinque fragranze dai nomi accattivanti… Ecco cosa succede ad avere un padrone americano…

Liberty Media prova a infilare la Formula 1 nella bottiglietta di un profumo e lo fa a modo suo, con una confezione che è quasi un’opera d’arte. Designer Parfums e Formula 1 hanno lanciato così la F1® Fragrances Engineered Collection: cinque  fragranze di Alta Profumeria, che catturano la quintessenza della Formula 1 in un flacone dal design unico, un esoscheletro stampato in 3D e realizzato da Ross Lovegrove, un’autorità in materia..

“L’idea da cui ha preso vita il flacone è legata da un lato alla sostenibilità. L’obiettivo era quello di creare una sorta di telaio capace di contenere il flacone di profumo in modo tale che quest’ultimo, una volta usato, potesse essere sostituito con uno nuovo da inserire nell’esoscheletro. L’utilizzo della stampa 3D, inoltre, è estremamente efficiente e senza sprechi perché, proprio come avviene con una monoposto di Formula 1, vengono prodotte solo le parti necessarie. Dall’altro lato, mi sono ispirato all’abitacolo dei piloti, la ‘safety cell’ composta da un unico pezzo. Nello stesso modo, il flacone di profumo è protetto dall’esoscheletro. Per la Formula 1, l’eccellenza nel Motor sport, sentivo che la fragranza dovesse essere il top di gamma; innovativa nel design, nei materiali e nel concept”.

La F1 Fragrances Engineered Collection fonde materie prime di ultima generazione con strutture olfattive senza tempo per creare una gamma di profumi unisex innovativi e audaci. Ispirata dalla passione, dalla tecnologia più avanzata e dal glamour della Formula 1, ogni fragranza è un omaggio al coraggio, alla performance, alla determinazione, all’audacia e infine, alla vittoria.

“La collezione evoca la velocità, il rombo dei motori, la tensione che si respira in griglia di partenza, il coraggio dei piloti e i festeggiamenti del podio, momenti iconici di una corsa capaci di affascinare oltre mezzo miliardo di fan in tutto il mondo”, ha spiegato Ellie Norman la responsabile markering della F1.

Si potrà scegliere tra cinque sofisticate fragranze di Alta Profumeria, realizzate dai migliori Mastri Profumieri del mondo quali Emilie Coppermann, Alexandra Carlin, Aliénor Massenet, Louise Turner, Fabrice Pellegrin e Pierre Gueros.

Li potete trovare e ordinare su http://su f1fragrances.com esiste anche un box con flaconcini di prova delle cinque fragranze a £19,50, mentre la bottiglia di essenza che ricorda la forma di una Formula 1 e stampa in 3D costa 198£

Le cinque fragranze:

  • PRECIUS METTLE: VertdeBergamot, Lemon, Nashi Pear, Green Leaves
  • TURN 1: Mandarin, Pink Pepper, Bergamot
  • OVERTAKE 320: Vert de Bergamot, Bergamot, Cinnamon, MetalPepper DL, Fenugreek
  • NEEEUM WHITE: Black Pepper, Clary Sage, Juniper, Cardamom
  • CARBON REIGN : Mandarin, Italian Black Lemon, Black Pepper, Timut Pepper, Guatemalan Cardamom, Madagascan Ginger, Champagne accord
  • PRECIOUS METTLE Ispirato ai momenti PRE-GARA e al CORAGGIO dei piloti. Un omaggio ai piloti che hanno aperto la strada in Formula 1, agli amanti del rischio con i nervi d’acciaio che hanno osato osare. Precious Mettle è una fragranza fresca, intensa, legnosa con un tocco metallico che evoca il coraggio. Un accordo iniziale di agrumi tonificanti, cristallizzati con freschezza, si fonde nella qualità argentea e metallica del pepe rosa e dell’elemi. Il calore minerale di ambroxan crea un corpo senza peso, arricchito con l’audace carattere legnoso di akigalawood.
  • TURN 1 LA PRIMA CURVA dove la PERFORMANCE è spinta al massimo TURN 1 cattura la fragranza unica sospesa nell’aria di un Gran Premio di Formula 1. È un inno alla prestazione pura, alla concentrazione e alla determinazione necessarie per affrontare la prima curva, un connubio imprescindibile di potenza del motore e tensione emotiva. Una composizione avanguardistica con accordi inimitabili di gomma bruciata e note di pioggia su un asfalto salato. Una vibrante nota di testa di pepe rosa e mandarino. Patchouli nero e cuoio le note di fondo.
  • OVERTAKE 320 L’attenzione e la PASSIONE per quel sorpasso impossibile ad ALTISSIMA VELOCITÀ Ispirato dalla velocità e dalla concentrazione necessarie nel fatidico momento del sorpasso in curve impegnative, Overtake 320 è una composizione avvolgente e speziata che si fonde con una miscela decisa di cannella e bergamotto. Un contrasto caldo ed energico di pepe metallico e fava tonka, unito ad una sorprendente nota di iris, elementi innovativi e dinamici che rendono l’ambra classica straordinariamente nuova. Spezie e legni scuri caramellati intensificano la passione.
  • NEEEUM WHITE THE FINAL STRETCH, la vittoria a portata di mano, con AUDACIA e determinazione Neeeum White è un tributo al cuore impavido degli eroi della Formula 1 sul rettilineo finale. Una fragranza sicura con un audace cocktail di spezie, che mette in contrasto il pepe nero caldo con la freschezza del ginepro. Nel cuore, la profondità del narciso è stemperata dalla morbida qualità minerale dell’iris. Le note di fondo sono caratterizzate dalla fusione di cuoio elegante e Tonkalactone dorato. Un’audace reinterpretazione dell’accordo fougère.
  • CARBON REIGN VITTORIA: la festa sul podio davanti al mondo intero Ispirato dalla gioia della vittoria dopo una gara lunga e intensa, celebrata da tutta la squadra che ha contribuito a renderla possibile. Tutti le sfumature del trionfo catturate in un profumo vibrante e energico costruito attorno a un accordo di champagne, ambra secca e legni. L’apertura effervescente di note agrumate è energizzata dal tocco elettrico del pepe timut, che conduce al geranio luminoso e fresco, alleggerito dalla foglia di violetta e contrastato dalle ricche sfaccettature del legno di sandalo e ambrocenide.
Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.