Leclerc: “Sono fiero del lavoro della Ferrari”

La miglior Ferrari della stagione arriva a 65 secondi dal vincitore. Ci sarebbe poco da festeggiare per un quarto posto (e Vettel ancora doppiato), ma il momento è questo… Sentite Leclerc.

“Non avevamo messo in conto difficoltà così grosse nella prima parte di gara, anche perché la pioggia è arrivata proprio nel momento della partenza.Per questo ho faticato tantissimo”.

“Sono stato paziente e alla fine ha pagato, perché ho messo in temperatura le gomme sono riuscito a sorpassare e a tornare su. Forse però abbiamo perso un po’ di tempo all’inizio. Avevo il podio in mente fino a un certo punto, però poi alla fine Max era un po’ troppo veloce”.

“Confermo, questa è stata la Ferrari migliore della stagione. Abbiamo fatto una gara positiva per il team e anche per me. Sono contento che le cose siano andate così, ho avuto più fiducia ed è un bene, anche perché le ultime gare sono state difficili. Andavamo forte in qualifica, ma faticavamo in gara. Ci aspettavamo delle risposte e oggi le abbiamo avute, per questo sono molto contento e fiero del lavoro che il team sta facendo”.

“E’ molto incoraggiante vedere che la macchina va meglio, stiamo lavorando nella maniera giusta. I tifosi vogliono che la Ferrari porti una macchina nuova per tornare subito a lottare per la vittoria, ma questo non succederà. Abbiamo deciso di avere un approccio che prevede miglioramenti fatti passo dopo passo e questo sta funzionando. Dobbiamo continuare così, sono contento”.

Sebastian Vettel vede il bicchiere mezzo vuoto, ovviamente e non trova che la SF1000 sia migliorata più di tanto. Riconosce i meriti di Charles (leggi qui) e aggiunge che: “i miglioramenti sono probailmebnte dovuti al tipo di pista con grande carico aerodinamico. Io provo a spingere, ma tutte le volte che cerco il limite l’auto mi scappa…”

Binotto conferma che le due auto sono identiche…

Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

4 commenti

  1. mr. bean8 mente sapendo di mentire, o meglio, le due auto sono identiche al punto che ci vorrebbe un altro Leclerc anche sulla seconda ferrari. E’ evidente e comprensibile che non si faccia molto per agevolare il tedesco. O guida quella o nulla. Se poi ci si deve accontentare di un quarto posto a oltre un minuto dal vincitore è una magra consolazone

    1. Anche il tedesco però non fa molto per farsi aiutare…

  2. Se non si può essere soddisfatti di un quarto posto ad oltre un minuto dal vincitore, bisogna essere onesti neppure la red bull ha di che gioire per aver preso oltre 30 secondi…senza contare racing point, renault e mclaren che fino alla scorsa gara erano agevolmente davanti alla ferrari e in questo gran premio pesantemente dietro. Poi sulla questione Vettel no comment, la ferrari ha fatto un vero e proprio autogol annunciando ad inizio stagione il ben servito, è come aver scelto di correre una stagione,già consci di avere un mezzo per nulla competitivo,con una macchina sola. Gestione quanto meno improvvida.

    1. Infatti la consolazione è proprio questa

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.