#MotoGp: Dovizioso e la Ducati occasione persa… e c’è chi si resta senza freni e si butta dalla moto…

Oliveira, primo portoghese della storia, ha vinto il GP di Stiria sul circuito di casa della KTM. Secondo posto per Miller con la Ducati 2019 davanti a Pol Espargaró. Dovizioso ha chiuso al 5° posto, 9° Rossi, 15° Morbidelli.

Un’altra occasione persa. Vero che Dovi adesso è più vicino a Quartararo e alla vetta del campionato (- 3 punti) , ma chiudere solo al quinto posto su una pista da sempre Ducati (dal 2016 vinceva sempre) e’ davvero un’occasione gettata e a fine stagione questi saranno punti pesantissimi…

Purtroppo il Dovi non ha trovato il feeling con le gomme andando un po’ meglio dopo la bandiera rossa che ha fermato la gara a 12 giri dalla fine… ma non abbastanza per vedere mai il podio, anzi all’ultimo giro ha pure sbagliato una staccata perdendo una posizione…

“Non c’è una spiegazione chiara sul perché ci siano questi alti e bassi da parte di tutti e, sinceramente, è una cosa che mi dà fastidio. Se sai il perché, bestemmi, ci lavori, poi puoi farcela o meno. Ora non sta succedendo questo. noi siamo arrivati in gara che eravamo molto veloci – racconta Dovi che mette le gomme sotto accusa – Siamo arrivati facendo tanti giri, tanto lavoro per la gara, eravamo veloci e costanti. Se poi parti e ti trovi più lento di gran parte dei piloti non va bene. Nessuno ha la situazione sotto controllo. Ora è impossibile dire chi fa bene cosa. E’ una situazione difficile e per uno come me o il mio team, per come siamo fatti, è una situazione destabilizzante. Le risposte non le ha nessuno. Tutti fanno supposizioni, ma la situazione non è sotto controllo da parte di nessuno”.

Ha vinto il portoghese Oliveira alla prima volta… in un finale pazzesco con Miller che ci ha provato contro Espargaró e alla fine hanno lasciato passare il baby venuto dal Portogallo…

Restare senza freni quando viaggi verso i 300 all’ora e avere la presenza di spirito di buttarsi dalla moto in corsa a 200 orari… succede anche questo in MotoGP dove Maverick Vinales si è gettato dalla sua Yamaha andata a schiantarsi contro le protezioni e prendere fuoco…

Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.