Sainz: il mio miglior weekend in Ferrari. Leclerc: non posso essere felice

Il podio che non ti aspetti. Dopo quei 12 giri da sogno. La Ferrari torna da Sochi non meno punti della McLaren, ma con la sensazione di essere sulla strada giusta.

“Questo è stato un weekend tosto ma positivo per me, fatto di una buona qualifica e di una gara all’attacco nella quale ho dato tutto me stesso. Sono riuscito a partire in modo perfetto nonostante scattassi dalla parte sporca della pista e ho tirato la staccata in curva 2 prendendomi tutti i rischi del caso per sorpassare Lando all’esterno e conquistare la prima posizione. Purtroppo dopo pochi giri abbiamo iniziato ad accusare del graining sulle gomme e non ho potuto tenere la testa della corsa più a lungo dovendomi fermare anticipatamente per il pit stop”.

“Non è stato un weekend perfetto, ma è stato il mio miglior weekend da quando sono in Ferrari”

“Dopo la sosta abbiamo fatto un ottimo lavoro nella gestione della gomma Hard finché eravamo nel traffico, mentre spingevamo quando avevamo pista libera e così facendo ci eravamo garantiti senza troppi patemi la terza posizione. Poi però è arrivata la pioggia e tutto si è complicato. Con le Hard che avevo in macchina è stato subito chiaro che avremmo dovuto fermarci per passare alle gomme intermedie e insieme alla squadra credo che abbiamo azzeccato alla perfezione il momento in cui fermarsi, confermandoci in terza posizione.”

“È un piazzamento da podio e non possiamo che essere felici per questo, ma come squadra dobbiamo analizzare cosa si può far meglio per essere certi che la prossima volta una Ferrari si trovi al comando e di essere meno vulnerabili rispetto ai nostri avversari. C’è tempo prima della prossima gara e ci prepareremo al meglio anche sotto questo aspetto”.

Leclerc non può essere contento. Stava disputando una gara molto buona, avrebbe potuto arrivare ad attaccare Max. Poi è scivolato ritardando troppo il cambio: “Che finale deludente per una gara che fino alle fasi finali era stata estremamente positiva! Sono partito bene, guadagnando diverse posizioni. Tutto sembrava andare per il meglio, il mio passo era solido e riuscivo a sorpassare senza troppa fatica.
Poi ogni cosa è cambiata quando è cominciato a piovere nel finale di gara. Carlos era davanti e ha deciso di fermarsi per montare gomme intermedie, mentre io avevo ancora dei dubbi. Ho provato ad andare avanti un altro giro con le slick sperando che la pioggia diminuisse, ma invece ha cominciato a diluviare ed è stato impossibile continuare senza cambiare le gomme anche se mancavano solo due giri al termine. Quello stop ha messo la parola fine alla mia gara ed è stato un peccato enorme”.

Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

1 commento

  1. Probabilmente in ferrari stanno guardando le prestazioni su Formula1fantasy! Io vedo che il primo pilota in classifica è Sainz a meno della metà dei punti di Hamilton ed è 6. Leclerc è dietro ad altri 8.5 punti di distacco dal compagno di squadra. Nel mondiale marche sono a 17.5 punti di distacco dalla McLaren e sono quarti. Direi che mr. bean8 ha molto di cui essere felice! Se consideriamo anche che nè Sainz nè Leclerc (con il nuovo motore) hanno eseguito un solo sorpasso (anche Bottas ne ha fatto uno!!) a me non sembra ci sia molto di cui essere felici.
    Come già scritto, sarebbe meglio che le penalizzazioni fossero sull’ordine di arrivo e non di partenza. Si è dimostrato, pioggia a parte, che chi ha a macchina più veloce può recuperare anche dal fondo. Prima della pioggia Max era settimo e forse aveva qualche problema perchè non riusciva nemmeno ad avvicinarsi a chi gli stava davanti e Stroll gli stava alle calcagna. Oggi ha stabilito un record su questa pista: è il pilota che ha scalato più posizioni. Anche Lewis è stato il primo a vincere pur partendo dopo il terzo posto.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.