Verstappen: “Nulla è perduto, anche con la penalità in partenza”

Max riparte davanti a tutti ma con tre posizioni di penalizzazione da scontare sullo schieramento di Sochi. Arriva in Russia cercando di non pensare a Monza, ma non sarà semplice. In fin dei conti gli è andata bene. Nelle die gare che non ha finito per gli incidenti con Hamilton ha portato a casa 5 punti (3 a Silverstone e 2 a Monza).

Max festeggerà il suo 24esimo compleanno giovedì dopo il GP di Russia. Ha iniziato la sua carriera in Formula 1 a 17 anni e finora ha disputato oltre 130 Gp conquistando più di 50 podi: è ancora il più giovane vincitore di una gara (GP di Spagna 2016).

Come ti senti ora che hai avuto il tempo di riflettere sulla gara di Monza?

“Penso che tu possa riflettere tutto quello che vuoi, ma è importante guardare avanti e continuare a spingere. Credo ancora che sia stato un incidente di gara, ma ci è stata data una penalità di tre posizioni in griglia e ora dobbiamo solo lavorarci sopra. La gara di Monza sicuramente non è stata la nostra giornata per molte ragioni, ma ora ho solo intenzione di guardare avanti a Sochi”.

La scorsa stagione hai conquistato il primo podio della Red Bull Racing a Sochi. Questo ti dà fiducia nell’affrontare la sfida di questo fine settimana?

“È stato fantastico finire secondo lì l’anno scorso a Sochi, soprattutto perché non è mai stata una buona pista per noi come Team. Quest’anno siamo stati più competitivi e al momento abbiamo un pacchetto migliore, quindi sarà interessante vedere quanto possiamo essere competitivi quest’anno. Ovviamente sarà completamente diverso da Monza e sembra che potrebbe piovere questo fine settimana. La pista stessa e il layout sono completamente diversi rispetto alle gare precedenti, quindi non vedo l’ora di tornarci e vedere cosa possiamo fare”.

Sei in testa alla classifica Piloti di cinque punti dopo Monza, quanto influirà la penalità di tre posizioni in griglia sulla tua strategia di gara?

“La penalità ovviamente non è l’ideale ma nulla è perduto, ecco come la vedo io. Per quanto riguarda il Campionato Piloti, abbiamo ancora molte gare davanti a noi ed è un margine molto piccolo. Cercheremo di sfruttare al meglio il fine settimana e lavoreremo con il pacchetto che abbiamo”.!

Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

1 commento

  1. La prima giornata di prove si è chiusa con Bottas davanti ad Hamilton, Verstappen è 6. Se domani la pioggia impedisse lo svolgimento delle qualifiche, la griglia di partenza potrebbe essere questa con Leclerc e Verstappen in fondo allo schieramento perchè anche l’olandese ha cambiato la PU.
    Se il motore di Leclerc è quello del prossimo anno e, seppure limitato, rimane a più di 1.2 secondi da Bottas e dietro a Sainz, beh, c’è da sperare in un miracolo per il prossimo anno, a meno che i motori degli altri non peggiorino passando dalle attuali monoposto alle future.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.