Verstappen pole fantastica. Hamilton nella morsa Red Bull. Leclerc in seconda fila

Super Max Verstappen si prende una pole fantastica e importantissima su una pista dove la Mercedes aveva sempre dominato e dove Hamilton partiva come favorito. Una pole davvero straordinaria ottenuta all’ultimo giro con un parziale straordinario nell’ultimo settore. Hamilton è rimasto a 0″209. Un distacco inaspettato.

Hamilton è nella morsa Red Bull dietro a Verstappen e davanti a Perez che era stato il più veloce in Q2. Bottas che ha cambiato il motore scatterà solo al nono posto dovrà recuperare per essere utile alla Mercedes rimasta davvero scioccata dal tempo di Max, arrivato tra l’altro quando nell’ultimo settore cominciava a cadere qualche goccia di pioggia. “Dopo le libere ho perso terreno e i miei rivali sono migliorati. Non potevo proprio fare di più del secondo posto”, ha ammesso Lewis.

Per la settima volta scatteranno uno di fianco all’altro. Saranno scintille. La prima staccata è a 240 metri dalla pole. Saranno 200 metri folli. (Vedi il post di venerdì: Subito scintille in Usa tra Hamilton e Verstappen)

Alla prima curva in gara potrà capitare davvero di tutto. Si sono affrontati ruota a ruota in prova libera, figuratevi in gara. Per Max è la pole numero 12, probabilmente una delle più importanti perchè arrivata su una pista dove la Mercedes partiva favorita e dove Hamilton contava nel controsorpasso in classifica.

Tra i primi tutti scatteranno con gomme gialle. Solo Sainz che partirà in quinta posizione scatterà con le Pirelli più morbide con cui aveva ottenuto il tempo in Q2.

Per la Ferrari le qualifiche sono andate meglio delle prove libere. Leclerc dopo aver ottenuto il miglior tempo in Q1 è rimasto a 0″696 dalla pole e scatterà in saeconda fila. Davanti alle McLaren che è poi quello che conta. Con lo stesso Sainz che si è piuazzato davanti a Ricciardo e Norris. Difficile che le Rosse possano puntare al podio. Ma sarebbe già un risultato importante non perdere troppo terreno dai primi tre che cercheranno di andare in fuga.

“Ho fatto un piccolo errore alla prima curva, ma poi ho fatto davvero un grande giro. Sono contento di come sia andata perchè all’inizio non avevo feeling con la macchina, ma poi con il secondo set mi sono ritrovato. Non ho speranze contro i primi, ma cercherò di farre una bella partenza, poi vediamo”, ha detto Leclerc.

In assetto da gara la Red Bull l’altro giorno è sembrata messa molto bene. Max a questo punto è il favorito.

Alonso, Vettel e Russell scatteranno dal fondo, penalizzati per la sostituzione del motore.

Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.