Auguri a #Vettel, compleanno strano aspettando un regalo dalla #Ferrari

Il 3 luglio Sebastian Vettel compie 33 anni. Non avrebbe mai immaginato di festeggiarli in una bolla nel paddock di Zeltweg dove, tra l’altro, si fermerà anche a dormire visto che ha preferito un camper all’hotel. Che futuro attende il quattro volte campione del mondo?

Sebastian Vettel compie 33 anni senza avere ancora un futuro preciso davanti. Almeno ufficialmente perché io sono convinto che Seb abbia già ben chiaro in mente che cosa fare negli anni che verranno.

Sono convinto che in questo strano 2020 possa lasciare un segno, vincere delle gare, chiudere con il sorriso una storia che comunque andrà non avrà un lieto fine perché la separazione è già stata decisa.

Ma non sarà come andare a letto con la moglie dopo aver già firmato le carte del divorzio. Si tratta di professionalità, quella che a Seb non è davvero mai mancata.

In questi anni ferraristi che lo hanno portato ad essere il terzo pilota di sempre dopo Schumi e Lauda per numero di vittorie, gli e’ mancata un po’ di cattiveria. Fosse stato più duro (e con meno errori) nel duello con Hamilton di due anni fa, forse la storia sarebbe finita in modo diverso.

Seb aveva bisogno di sentirsi coccolato all’interno del team, cosa che Marchionne gli faceva sentire. Quando ha cominciato a capire che il team gli stava sfuggendo dalle mani ha perso colpi. Peccato perché alla fine anche la sua storia ferrarista resterà un’incompiuta.

All Ferrari chiederei solo di fargli e farci un regalo: non gli chieda di lasciar passare Leclerc. O almeno lo faccia solo se in palio ci sarà davvero il titolo. Seb, nonostante gli errori, il mancato taglio dello stipendio e qualche attrito, merita di chiudere bene senza inutili umiliazioni.

Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

4 commenti

  1. Sig Zapelloni
    Sarebbe imbarazzante per tutti che Ferrari chieda a Seb di farsi passare… non ne parliamo se non fosse per la lotta per il titolo. Spero Di no! Anche perche’ Sono d’accordo con leí sulla professionalita’.

    Domanda invece per lei: come si spiegano le dichiarazioni sulla mancata proposta di rinnovo e quelle di Binotto mesi fa diciendo che il rinnovo Di Seb era la priorita’?
    Qualcuno non dice la verita’?
    Che bisogno c’e’ Di mentire su questo?
    Sopratutto se si deve lavorare assieme ancora una stagione.
    Non sapremo mai I dettagli, ma sembra troppo strano.
    Grazie
    Ps: spero che Binotto sia pure bugiardo sulla performance Della SF1000 anche se non ho molte speranze…

    1. La priorità Vettel è via via sparita dal tavolo di Binotto quando si è deciso di puntare tutto su Leclerc…

  2. Andrà a “pilotare” i trattori e le ruspe. Gli unici macchinari che sa trattare. La F1 non è per lui. Se non ha tra le mani i missili, non vale nulla. 7 anni in rosso, zero tituli. Alla fine è tutto quello che rimarrà nelle statistiche.

    1. Dopo schumi e lauda resta quello che ha vinto più gare

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.