Ecco la nuova McLaren Mercedes: Ricciardo può davvero sognare il Mondiale?

La nuova McLaren MCL35M è già in pista a provare il motore Mercedes che la candida a diventare il terzo incomodo del Mondiae 2021 tra Mercedes e Red Bull con la Ferrari che rischia seriamente di restare fuori dal podio a fine stagione. La McLaren sarà la monoposto più nuova del lotto grazie alle concessioni avute per il fatto che rispetto allo scorso anno ha cambiato motore passando dal Renault al Mercedes.

La nuova McLaren è decisamente più stretta, più corta, più compatta di quella che lo scorso anno ha portato il nuovo ferrarista Carlos Sainz a un passo dalla vittoria a Monza. E’ una squadra che parte con la grande ambizione di spezzare un digiuno di vittorie che dura ormia da 10 stagioni (Gran premio del Brasile 2012) e di prendersi il terzo posto in campionato confermando i progressi dello scorso anno.

Le domande della vigilia sono essenzialmente due e molto collegate tra loro:
chi sarà più veloce tra Norris e Ricciardo?
Ricciardo può davero ambire al titolo come dice?

La coppia McLaren è una delle più interessanti in questo 2021 dove le sfide in famiglia (ad eccezione di quella tra Hamilton e Bottas in Mercedes) potrebbero riservare tante sorprese. Leclerc sarà sempre più veloce di Sainz? Baby Stroll farà impensiere Vettel? Verstappen distruggerà anche Sergio Perez? Il gioco delle coppie quest’anno sarà un motivo d’interesse in più in un campionato che alla vigilia tutti diamo già nelle mani di Lewis Hamilton.

N non vedo l’ora di provare il motore Mercedes. Ho sempre avuto con un motore Renault nella parte posteriore della mia monoposto da quando è iniziata l’era ibrida, quindi non vedo l’ora di provare qualcosa di nuovo, ma fino a quando non saremo in pista non posso darvi un parere. Certo, visto quanto hanno vinto mi aspetto qualcosa di buono

Daniel Ricciardo

Norris ha patito anche Sainz, sia in qualifica (8-8 in qualifica, 105-97 per Carlos nei punti gara) e per lui il confronto con Ricciardo diventa un esame di maturità. Ricciardo è un pilota d’esperienza. Veloce e concreto. Uno dei migliori staccatori del lotto. Un ragazzo che non si deprime troppo neppure se la squadra sta tutta con il compagno di squadra (vedi Red Bull). Piuttosto cambia aria… Se è venuto in McLaren è perchè crede nel progetto e nella possibilità di lottare per qualcosa di importante. A 31 anni e con 188 gp alle spalle vuole arrotondare il numero di vittorie, fermo a 7 da Monaco 2018.

Non ho nulla da nascondere, ho firmato per tre anni, e credo che sia un lasso di tempo sufficiente per raccogliere i frutti di quello che faremo. Ho l’impressione di essere arrivato al momento giusto, sento uno slancio positivo all’interno della squadra e non credo sia dovuto solo ai risultati che hanno ottenuto nel 2020, ma anche alla solidità del team. Avevo parlato per la prima volta con la McLaren nel 2018, ma a quel tempo non credo che Andreas (Seidl) fosse già arrivato nel team, e neanche James Key, quindi era ancora una squadra in fase di assestamento, stavano lavorando per darle la forma che ha oggi

Daniel Ricciardo

Per Ricciardo è obbiettivamente l’ultima chance. In questi anni in Formula 1 (debuttò nel 2011) ha dimostrato di essere un buon pilota. Non una stella alla Hamilton, ma un pilota comcreto che commette pochi errori e quasi sempre ottiene più di quanto meriti l’auto che guida. Credo che il meglio lo abbia però già fatto vedere per questo ho ritenuta corretta la scelta Ferrari che gli ha preferito Sainz, un pilota che ha un margine di miglioramento maggiore.

L’esame Ricciardo ci dirà quanto vale davvero Norris che oggi sembra con Verstappen, Leclerc e Russell uno degli uomini candidati a raccogliere l’eredità Hamilton.

Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.