Ecco la nuova Sauber Alfa Romeo: finalmente con un naso nuovo… e il Quadrifoglio….

La nuova Sauber Alfa Romeo C41 rende onore al suo sponsor polacco (Orlen) e si presenta al pubblico al Grand Theatre di Varsavia sotto gli occhi di Raikkonen, Giovinazzi e Kubica. E’ bella da vedere, come tutte le monoposto griffate Alfa Romeo di questi anni. Elegante nella sua nuova combinazione di colori e anche “rivoluzionaria” rispetto al passato. Il naso dell C41 si è assotigliato, anche se non ha seguito del tutto il trend generale, è comunque la prima tra le monoposto motorizzare Ferrari ad averlo fatto.

Per gli amanti di Alfa Romeo rivedere il Qudrifoglio con quest’evidenza sul vestito di una monoposto fa un certo effetto. Marchionne lo aveva riportato sulla Ferrari, poi era scomparso. Adesso rieccolo bello grande accanto al Biscione. fa un bell’effetto.

“E’ la monoposto più bella da quando sono in Sauber Alfa Rome. Speriamo sia anche la più veloce”, ha detto Antonio Goivinazzi che questa mattina alla gazzetta aveva annunciato: “Se vado a podio mi taglio i capelli…”

Caratterizzata da una nuova combinazione di colori, disegnata dal Centro Stile dell’Alfa Romeo e caratterizzata dagli ormai tradizionali colori rosso e bianco del team, la vettura, progettata sotto il coordinamento del Direttore Tecnico, Jan Monchaux, rappresenta un’evoluzione della C39 che ha gareggiato nel 2020 stagione. A causa dei vincoli imposti dal regolamento, la vettura trasporta molti dei componenti del suo predecessore, pur colpendo per il suo aspetto rinnovato, in particolare per quanto riguarda il muso, area su cui il team ha scelto di concentrare i suoi token di sviluppo. Sotto la carrozzeria, un nuovo motore Ferrari è in agguato, pronto a ruggire in meno di una settimana, quando venerdì il team intraprenderà una nuova stagione con lo shakedown del C41 a Barcellona.

“Il lancio di una nuova vettura è sempre un momento emozionante, il culmine di mesi di sforzi da parte di tutti coloro che sono tornati in fabbrica e l’inizio di una nuova avventura – ha detto Frédéric Vasseur – Penso che la filosofia su cui si basa il team rimanga la stessa: domani dobbiamo fare un lavoro migliore di quello che stiamo facendo oggi. Abbiamo terminato la scorsa stagione in ottava posizione, quindi dobbiamo puntare a un risultato migliore nel 2021. Per farlo, dobbiamo continuare a migliorare in ogni reparto, a bordo pista e al quartier generale. Ogni squadra in griglia ha aspettative molto alte in questo momento: tutte le squadre si aspettano di fare un buon lavoro in inverno e di essere in una buona posizione per la prima gara, ma presto sarà il momento per tutti di mostrare le proprie carte. “

Seguiranno aggiornamenti

Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

2 commenti

  1. Sig Zapelloni
    Si vedra un muso nuovo anche in Ferrari?
    Secondo lei, quanto e probabile che la collaborazione Alfa-Ferrari-Sauber vada avanti dopo il 2021?
    Grazie

    1. Non credo speso tutto per il retro

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.