#Gassmann #greenHeroes: “Volevo un’auto elettrica, ma…”

Alessandro Gasmann voleva comprarsi un’auto elettrica per girare a Roma, ma la situazione delle icariche, lo ha costretto a cambiare idea optando per una vettura Ibrida. Lo ha raccontato lo stesso attore alla trasmissione di Massimo Gramellini sabato sera su Rai 3

Gasmann si sta battendo da tempo per un mondo più green. Tempo fa alla Stampa aveva raccontato: “Ogni settimana con il mio account Twitter racconterò un Green Hero: qualcuno impegnato da tempo e con successo a fare lavoro, produrre e dare lavoro non rovinando il Pianeta, ma difendendolo. Nel mio piccolo farò conoscere queste persone. Forse divulgando questi esempi si può dare coraggio ad altri, per investire in economia verde e cambiare”.

Insomma l’auto elettrica l’avrebbe comprata davvero, ma si è scontrato con le carenze infrastrutturali italiane e dire che Roma è a detta dell’ad di enelX,  Francesco Venturini  la città in cui si effettuano più ricariche elettriche in Italia: “Ormai siamo vicini al traguardo dei 500 punti di ricarica pubblici. La domanda è forte, ci sono un sacco di Smart elettriche già in giro, oltre a tutto il resto”.

“Io sono lo specchietto per le allodole: sono sui social e sono seguito, perciò intendo fare da megafono. E chiederò anche ad altri personaggi pubblici, dello spettacolo, della cultura e dello sport, di partecipare, dando visibilità a coloro che stanno facendo del bene al Pianeta. Mi auguro che la cosa si allarghi anche ad altre persone, che capiscano l’importanza di questa piccola missione”.

«”nnalisa Corrado, ingegnere meccanico e responsabile tecnica di Kyoto Club e di AzzeroCO2, mi ha contattato perché vedeva che spesso mandavo tweet che riguardavano l’ecologia. Da lì è nata questa collaborazione, che non è politica ma scientifica. Abbiamo fatto una riunione a Roma al Kyoto Club, dove alcuni scienziati mi hanno spiegato molte cose. Non è un movimento politico, la cura del Pianeta non deve avere un colore politico; deve avere solo un briciolo d’intelligenza e attenzione in più. Sono convinto che questa si trovi sia a sinistra che a destra che al centro”

“Usciremo tutti i venerdì. Tutti i green fridays. Ogni venerdì dal mio account twitter, come il pesce fresco. Un giorno giusto per uscire”

Share Button
Annunci
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.