Hamilton stop: ha il Covid. Solo così lo possono battere…

Anche Lewis Hamilton è stato fermato dal Covid. Il sette volte campione del mondo è stato trovato positivo e subito messo in isolamento in Bahrain. Salterà la gara di domenica e poi soltanto in caso di doppia positività potrà partecipare all’ultima gara stagionale.

Il maledetto Virus non guarda in faccia a nessuno. Colpisce chiunque indistintamente, anche chi come Lewis fino a qualche giorno fa era stato attentissimo ai protocolli, raccontando di restare chiuso in camera anche per le cene…

Dopo Perez e Stroll è il terzo pilota a risultare positivo, ma se Perez era andato a cacciarsi nei guai volando in Messico a trovare la madre, Hamilton ha sempre raccontato di fare massima attenzione… e di aver festeggiato il mondiale allenandosi e con una bottiglia di vino…

Per fortuna il contagio è arrivato solo a Mondiale già vinto, ma impedirà a Lewis di toccare quota 100 pole già in questa stagione… Solo così lo si può battere, tenendolo fermo…

La positività del 7 volte campione del mondo in carica è stata scoperta lunedì, quando Lewis si è svegliato con alcuni sintomi. Il suo tampone, poi, è risultato positivo.

A quel punto Hamilton è stato sottoposto a ulteriori tamponi per confermare o meno la sua positività. I risultati hanno detto la stessa cosa: Lewis è stato infettato e ha il COVID-19.

Il team ha fatto sapere che i 3 tamponi fatti la settimana scorsa, l’ultimo domenica pomeriggio, a Lewis sono risultati tutti negativi e che il pilota è stato subito messo in isolamento come prevede il protocollo anti COVID-19.

A parte qualche sintomo, Lewis, secondo quanto dice la Mercedes, è in forma e sta bene.

La Mercedes sta lavorando alla sua sostituzione e in giornata ne sapremo di più. ( i piloti indicai come riserva sono Vandoorne e Gutierrez). Così come sulle condizioni di Lewis. I suoi ultimi post sono quelli di ieri si Grosjean e la Fia.

Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.