Il virtual #Leclerc con occhiali e tiramisù ci racconta quanta voglia di vincere abbia in corpo

Mamma mia come si diverte Charles Leclerc! E continua pure a vincere. Ha conquistato due gare su due del Mondiale Virtuale ufficiale e vinto pure la #RaceForTheWorld che ha organizzato lui stesso incassando 71.039 dollari da donare per l’emergenza Covid.

Charles non aveva neppure un simulatore in casa. Quando la Formula1 ha lanciato la sua serie virtuale lui era out. Non era attrezzato. “Ha di meglio da fare con la fidanzata”, dicevano…

Qualche giorno dopo a Monaco gli hanno consegnato l’attrezzatura. Lui si è messo al volante e l’impressione è che non si sia più alzato. Durante una delle ultime gare trasmesse da Sky lo si è pure visto mangiarsi una cucchiaiata di tiramisù durante un pit stop.

Passa le giornate collegato con i ragazzi della driving academy virtuale, tempesta David Tonizza, il campione del mondo virtuale di domande. E alla fine è diventato il più bravo di tutti. A Norris cade regolarmente la connessione. Verstappen si conferma quello che è e non accetta la sfida (“io gico su un altra piattaforma”, dice). Albon e Russel gli hanno dato filo da torcere, ma lui alla fine ha vinto due gare su due di quelle ufficiali e la classifica del campionato di #RaceForTheWolrld.

Abbiamo così conosciuto un Leclerc diverso, con occhiali e bandana. Gli occhiali sono da riposo (non è miope assicuravmo in Ferrari), la bandana è obbligatoria visto che non può andare dal barbiere e i capelli gli vanno sugli occhi…

Ma quello che abbiamo capito una volta di più è che il ragazzo se si mette in testa una cosa poi fa di tutto per realizzarla. Ha volontà, metodo, applicazione. E’ un martello che non si ferma…

Dategli una Ferrari vincente e vedrete che ci divertiremo ancora di più…

Ps. Domenica al Gp di Cina ha esordito anche Ciro Immobile. Niente male per non essere un pilota….

Ecco il resoconto ufficiale della gara

Seconda gara e seconda vittoria consecutiva nei Virtual GP del programma “We Race On” di Formula 1 per Charles Leclerc che, dopo aver vinto la gara del Vietnam due settimane fa, disputata sulla pista di Melbourne, si è ripetuto nel GP di Cina sulla pista di Shanghai. Il pilota monegasco ha dunque regalato il successo al FDA Hublot Esports Team, la divisione dedicata agli Esports della Ferrari Driver Academy, che per il resto ha raccolto un 12° posto con Callum Ilott, pilota FDA, e una quarta e una settima posizione nella Pro Exhibition Race riservata ai sim driver professionisti con, rispettivamente, David Tonizza ed Enzo Bonito.

Qualifica. Nei quindici minuti a disposizione per definire la griglia del Virtual Chinese GP, Charles, ancora una volta, è stato il dominatore, ottenendo la seconda pole position consecutiva davanti alla Red Bull di Alex Albon. Callum Ilott ha invece trovato traffico e si è dovuto accontentare del dodicesimo posto sullo schieramento.

Gara. Al via Leclerc è scattato al meglio, mentre Ilott è stato coinvolto in un incidente da Ciro Immobile, calciatore della Lazio, finendo in fondo al gruppo. Charles si è fermato al box per il proprio pitstop al giro 6 ritrovandosi però dietro ad Albon, che ha approfittato di un undercut molto efficace. Il pilota monegasco ha tentato un attacco in fondo al rettilineo alla tornata successiva ma senza fortuna, mentre Ilott dopo la sosta ai box è risalito fino al 16° posto. Al decimo giro Charles ha rotto gli indugi e ha superato Albon sul rettilineo resistendo al tentativo di risposta del pilota thailandese. Nei giri successivi Leclerc ha allungato sul rivale fino a oltre due secondi, mentre Callum è risalito fino al dodicesimo posto finale.

Pro Exhibition Race. I primi a calcare in maniera virtuale la pista di Shanghai erano stati i sim driver professionisti che si sono trovati a doversi confrontare con condizioni di pioggia battente nel corso delle qualifiche. David Tonizza si è aggiudicato un posto in seconda fila, battuto di un soffio dall’ex campione del mondo della categoria Brandon Leigh (Mercedes) e dal vincitore del Virtual GP del Vietnam, Frederik Rasmussen (Red Bull), mentre Enzo Bonito si è dovuto accontentare della quinta fila con la nona posizione. In gara, disputata in condizioni di asciutto, David non è scattato al meglio perdendo due posizioni, mentre Enzo è salito all’ottavo posto sbarazzandosi di Marcel Kiefer (AlphaTauri). Il primo pilota del FDA Hublot Esports Team ad effettuare il proprio cambio gomme è stato Bonito, al giro 4, imitato alla tornata successiva da Tonizza. Entrambi sono passati da mescola Soft a Medium. Al termine di tutti i pitstop obbligatori Leigh, Rasmussen, Dani Bereznay (Alfa Romeo) e “Tonzilla” erano racchiusi in un secondo, mentre Bonito era settimo alle spalle di Daniele Haddad (Racing Point). Poco dopo Alvaro Carreton (Williams), forte di gomme morbide nuove, è riuscito a superare Tonizza che a sua volta ha superato Bereznay per la quarta posizione. Sul traguardo Leigh ha preceduto Rasmussen, Carreton, Tonizza e Bereznay. Bonito si è piazzato settimo.

Anche la FormulaE in pista: a Monaco vince Bmw

Maximilian Günther ha celebrato la prima vittoria della sua carriera nelle corse sim. Il pilota della BMW i Andretti Motorsport ha vinto l’evento di apertura della stagione digitale di Formula E, il round di test sul circuito virtuale di Monaco . Alexander Sims ha dovuto ritirarsi nelle fasi iniziali del suo debutto nel mondo delle corse sim. Anche il pilota del Team Redline Kevin Siggy (SLO) ha portato i colori di BMW i Andretti Motorsport sul podio dopo essere arrivato secondo nell’evento dei piloti sim.

Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.