La #Ferrari schiera i fratelli #Leclerc nel Gp virtuale

Fratelli contro. Dopo i fratelli Marquez avversari nel Gp virtuale del Mugello, la Ferrari ha deciso di schierare i fratelli Leclerc nel team che prenderà parte domenica sera (diretta Sky alle 20 con Vanzini e Bobbi alla telecronaca) al Gp del Vietnam, gara che in realtà si correrà sulla pista australiana perché nel videogame 2019 della Formula 1 la pista di Hanoi non c’è. Tra i fratelli Marquez ha dominato Alex, il più giovane quest’anno al debutto in MotoGp. Con il joystick è decisamente più forte di Marc.

Sarà divertente vedere ci è più veloce tra i fratelli Leclerc. Chissà quante volte si sono già sfidati sulla Playstation nel salotto di casa. Charles e Arthur hanno 3 anni di differenza. Sono nati tutti e due ad ottobre, Charles il 16 del 1997 e suo fratellino il 14 del 2000. Le sere di gennaio a Montecarlo devono essere molto noiose…

Arthur Leclerc è entrato quest’anno nella Fda Academy peer parecipare con la Prema al campionato di Formula 3 dopo le buone prestazioni in Formula 4 dello scorso anno quando nel campionato tedesco ADAC Formel 4 si è distinto per la costanza di risultati con una vittoria, a Hockenheim e altri sette piazzamenti sul podio che gli hanno permesso di raccogliere il quinto posto nella classifica assoluta.

La seconda gara della F1 Esports Virtual Grand Prix series ha finora già avuto l’adesione di cinque piloti ufficiali: a Norris e Latifi, già presenti nella prima gara vinta dal cinese Zhou con la Renault, si aggiungeranno Charles Leclerc, George Russell, e Alex Albon. Oltre a loro hanno già dato la loro adesione gli ex-piloti Johnny Herbert e Anthony Davidson, il campione di Cricket Ben Stokes, i piloti di Formula 2 Lundgaard e Delatraz e Pietro Fittipaldi. 

Dopo la gara tra piloti ufficiali e stelle, andrà in rete anche la sfida tra i piloti delle squadre ufficiali di di e-Formula1, la serie di cui la Ferrari è campione del mondo in carica con Davide Tonizza.

Share Button
Annunci
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

1 commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.