La nuova #Ferrari si svelerà a Teatro. L’11 febbraio a Reggio Emilia

La nuova Ferrari, presumibilmente SF2020, non verrà presentata a Maranello, ma al Teatro Municipale Romolo Valli di Reggio Emilia. E’ la prima volta in 90 anni di storia della Scuderia che la Ferrari lascia casa sua per presentare una monoposto di Formula 1.

L’appuntamento è per le 18.30 di martedì 11 febbraio al Teatro Municipale Romolo Valli di Reggio Emilia e in diretta web per tutti i tifosi sparsi in giro per il mondo.

L’idea di base, visti anche i lavori in corso a Maranello (si sta costruendo il nuovo simulatore) era di portare la Ferrari a teatro. La ricerca su Modena non ha dato frutti (l’unico teatro modenese con le dimensioni giuste non aveva un giorno libero) e così si è deciso di emigrare a Reggio Emilia, la città nella quale 223 anni fa è nato il tricolore, poi adottato come bandiera dall’Italia dopo l’unificazione.

Il Teatro Valli è stato costruito alla fine dell’Ottocento (1852-1857) e fu ideato dall’architette modenese Cesare Costa. Presenta una facciata neoclassica. La sala interna si presenta come un tradizionale teatro d’opera italiano, con pianta a ferro di cavallo e cinque ordini di palchi.

In qualche occasione le nuove monoposto erano state presentate all’autodromo di Modena, qualche volta direttamente in pista dove avrebbero poi gareggiato. Ma una presentazione vera e propria lontano da Maranello non era mai stata organizzata.

Reggio Emilia è anche la città di residenza di Mattia Binotto, ma è solo una coincidenza, non preoccupatevi. Mattia non ha ancora certe manie di grandezza…

Come sarà la nuova Ferrari: https://topspeedblog.it/tra-un-mese-la-nuova-ferrari-sara-sf2020-e-sara-piu-veloce-in-curva/

Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

1 commento

  1. “Mattia non ha ancora certe manie di grandezza…” beh uno che si dà otto dopo un anno come lo scorso, forse certe manie le ha già. Da rimarcare “ancora”, forse anche lei presume le potrà avere in futuro

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.