#LandoNorris superstar: ora si rapa pure a zero!

“Grazie a tutti i miei spettatori per aver raccolto oltre 12.000 dollari entra la fine del Twitch Stream Aid contro il COVID-19” ha scritto Norris su Instagram.

“Adesso devo tagliarmi tutti i capelli…”.

Non vedo l’ora di vedere Lando rasato a zero. Il ragazzino sta facendo di tutto per divertirci in questo periodo di isolamento. Un vero fuoriclasse social. Si sta prendendo la scena con il suo milione e 300 mila di followers su Instagram.

Aveva promesso: se durante la gara donerete più di 10 mila dollari per combattere il Virus mi raserò a zero. Ha chiuso il collegamento ordinando un rasoio su Amazon…

Era stato ancora più divertente quando durante il Gran premio virtuale del Bahrain per colpa della connessione caduta si era ritrovato ultimo sullo schieramento. E allora che ha fatto:

Ha chiamato in giro per avere consigli. Ha chiamato il syuo ingegnere di pista, ha chiamato Max Verstappen, ma soprattutto ha chiamato Russel: “Scusa George tu che da un anno parti sempre per ultimo che consiglio mi dai?”.

Lando viene da Bristol (è nato il 13 novembre 1999) e da una famiglia decisamente ricca anche se lui ci tiene a precisare che suo padre rispetto a quello di Stroll è quasi un poveraccio.

Suo papà Adam si è ritirato dal lavoro all’età di 36 anni dopo aver venduto la sua società di consulenza per le pensioni e accumulato una fortuna di circa 250 milioni di dollari…

Lando ha comunciato con i kart poi ha cominciato a vincere in diverse serie minori, tra cui l’Eurocup Formula Renault, la Toyota Racing Series ed il campionato europeo di Formula 3, oltre ad essere giunto secondo a Macao. Nel campionato di Formula2, invece, è stato battuto proprio da Russell, chiudendo secondo mel 2018 ma con un confronti impari nel numero di vittorie 7-1 per il pilota della Williams.

Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.