Leclerc: “Ferrari meglio del previsto”. Mekies: “Siamo nella direzione giusta”

Finalmente un sorriso in casa Ferrari. La miglior qualifica da tanto tempo a questa parte. A sette decimi dalla pole, ma almeno davanti alla pattuglia di chi non guida Mercedes o Red Bull…

“È stata la miglior qualifica da metà stagione in avanti, non tanto per il risultato quanto per la prestazione complessiva – ha commentato Laurent Mekies – Charles è stato fantastico: ha trovato subito confidenza con la pista, si è costantemente migliorato e ha eguagliato così il miglior piazzamento stagionale ottenuto al sabato, tirando fuori tutto il potenziale della SF1000. Sebastian ha avuto qualche difficoltà in più e non è riuscito a passare il Q2 ma avrà almeno la possibilità di scegliere la mescola migliore per la prima parte della gara.
I piccoli aggiornamenti che abbiamo portato qui e due settimane fa a Sochi ci hanno dato qualcosa in più in termini di prestazione: niente di eclatante ma quando le differenze sono minime basta poco per fare un salto rilevante. Detto questo, la cosa più importante è che questi sviluppi sembrano confermare che tutti gli sforzi che la squadra sta facendo a Maranello stanno andando nella direzione giusta: lo è per il finale di questo campionato ma, soprattutto, per il prossimo.
Domani la corsa sarà ancora più incerta del solito visto che tutte le squadre dispongono di pochissimi riferimenti, sia perché da sette anni non si correva su questa bellissima pista, sia perché ieri non abbiamo potuto girare a causa delle condizioni meteorologiche. Dopo il risultato di oggi abbiamo la possibilità di scegliere strategie diverse con i nostri piloti e cercheremo di sfruttare al meglio quest’opportunità. Infine, vorrei fare i complimenti al nostro pilota di riserva, Antonio Giovinazzi, per la miglior qualifica della stagione: una prestazione che gli darà sicuramente un’ulteriore iniezione di fiducia”.

“Il nostro risultato in qualifica è forse anche migliore di quanto ci aspettassimo – ha detto Charles – soprattutto in condizioni di temperatura così fredde, ma qui abbiamo portato alcuni aggiornamenti che potrebbero aver fatto un po’ di differenza nella giusta direzione, il che è positivo.
Sono contento di come stiamo lavorando e mi è piaciuto molto avere solo una sessione di prove libere prima di entrare direttamente in qualifica. Abbiamo sfruttato al massimo la situazione anche se in vista della gara non abbiamo molte informazioni sui long run con elevato carico di carburante.
Per domani brancoliamo un po’ tutti nel buio, ma una cosa la so: sarà importante gestire bene queste gomme morbide perché sono piuttosto difficili in termini di graining. Sarà una gara complicata, ma è proprio questo elemento che rende più interessante il fine settimana”.

“Oggi ho fatto del mio meglio, ma ho faticato molto con la mia monoposto nel primo settore dove scivolavo davvero tanto – le parole di Vettel – È stato un peccato non essere riuscito ad accedere al Q3 anche perché le sensazioni che avevo erano buone e pure il mio passo era incoraggiante. Spero di avere fortuna nella scelta delle gomme che per me, in vista di domani, sarà libera.
Nell’unica sessione di prove libere a disposizione, questa mattina, abbiamo fatto delle comparazioni per valutare gli aggiornamenti portati qui. Sulla mia macchina sono stati montati direttamente nelle qualifiche del pomeriggio ma non ho notato particolari differenze.
Oggi sono contento soprattutto per i tifosi che finalmente, grazie alle condizioni meteo decisamente migliori, hanno avuto la possibilità di vedere un po’ di azione in pista”.

Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

4 commenti

  1. Dai che anziché settimo arriverà sesto. Sicuramente positivo per chi si proponeva di arrivare primo. Bravo me bean8: se continua così si darà 9 quest’anno. In fondo basta immaginare che il campionato inizi oggi e scordarsi delle gare fin qui disputate. E che ci vuole?

    1. Quasi ci ha peso…

  2. Oggi potrebbe essere un’occasione unica per tornare sul podio.. forse montando le gomme hard per Vettel, facendogli fare uno stint lungo e magari tenere a freno uno dei primi tre potrebbe essere un iniziale tentativo.. poi se Leclerc riuscisse anche a guadagnare posizioni in partenza..

    1. Niente da fare con il pieno la Ferrari sparisce come sempre

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.