Mega Max Verstappen spallata a Lewis. Ferrari sfortunatella…

Mega mega Max come gli gridano dai box. Verstappen si riscatta dall’errore in qualifica e con una spallata dura, ma non scorretta, si prende il gran premio d’Imola, quello dedicato al Made in Italy che sul podio di italiano ha portato solo lo spumante Ferrari. Grandissimo Max, grande rimonta di Hamilton dopo l’errore, ottimo Norris bravissimo alla ripartenza. La Ferrari resta fuori dal podio. Battuta dai due imprendibili e ancora dalla McLaren. Oggi va così.

Max Verstappen gioca subito pesante al via. Prende la scia di Hamilton e poi schizza in testa facendo a spallate con Hamilton al Tamburello. Gioco duro, ma è il bello di questo sport. Lasciateli combattere così, anche se Lewis ci ha rimesso il pattino dell’ala anteriore e un pizzico d’orgoglio. Sverniciato dal ragazzino…

Per Lewis non era giornata evidentemente. Perchè poi ci si è messo anche il box facendogli perdere almeno un paio di secondi per l’anteriore destrea… Fino a che non ha completato lui il pasticcio finendo nella sabbia per un doppiaggio. Lewis stava forzando, voleva recuperare su Max dopo il cambio gomme, ma è andato sul bagnato ed è finito nella sabbia, rientrando con una retromarcia che ad altri magari sarebbe costata una penalità…

Si è ritrovato nono con la gara fermata dopo la botta tra Russel e Bottas. Tutta colpa del baby inglese che ha perso la sua Williams sull’erba ed è andato ad abbattere il povero Bottas. Peccato che George sceso dall’auto sia andato a dare uno schiaffo sul casco di Bottas. La colpa, ci spiace, è tutta sua. Bandiera Rossa. Si riparte con Verstappen davanti a Leclerc, Norris, Perez, sainz, Ricciardo, Stroll, Raikkonen e Hamilton…

Hamilton è stato fortunato. Senza il crash di Russell e Bottas e la bandiera rossa sarebbe stato impossibile tornare sul podio e restare in testa al campionato. Ha dovuto davvero metterci tutto se stesso per prendersi quedl podio tra due baby infuriati come Max e Lando. Non sono ancora da pensione, il messaggio di Hamilton

Verstappen è l’uomo del giorno. E’ stato cattivo come deve esserlo chi vuole vincere il titolo. Ha vinto il duello con Hamilton e alla fine si è preso anche i complimeni di Hamilton. Max ha avuto solo un’esitazione prima della ripartenza quando ha rischiato di perdere la sua Red Bull, ma alla fine è riuscito a restare in pista, a tenere la posizione e poi è diventato imprendibile.

La Ferrari ha sognato. Ha toccato con mano il podio fino al 55° giro quando Hamilton ha ripreso e passato Charles. Oggi il valore della Ferrari è questo. Dietro a Red Bull, alla Mercedes e alla McLaren, anche se non di tantissimo. Ha avuto l’occasione e senza la bandiera rossa il podio non glielo avrebbe portato via nessuno visto che porima dello stop aveva un grande vantaggio su Norris dopo una prima parte di gara perfetta sul bagnato. Senza podio, ma con un mzzo sorriso.

Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

2 commenti

  1. La ferrrari può vinccere se quelli davanti si ritirano. Una gara senza un sorpasso. Si sono trovati al secondo e terso posto solo per l’errore di Hamilton che ha avuto la fortuna della ripartenza. Le rosse hanno condotto una gara assolutamente anonima,

  2. La fortuna di Hamilton é assurda. Nessuno mette in dubbio il suo talento, ma quello che é successo ieri ha dell’incredibile: dieci secondi dopo il suo errore, arriva la bandiera rossa. Se il buongiorno si vede dal mattino, anche quest’anno non ci sarà storia. Verstappen é fortissimo, ma non ha una squadra solida..

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.