Sainz: “Ferrari incoraggiante”. Leclerc: “Sono a mio agio. Forse anche troppo”

La Ferrari ci crede. Non si illude di rivivere a Baku un weekend come quello vissuto nel Principato, ma il sorprendente venerdì fa sperare in una gara con vista podio considerando che le Rosse hanno aggredito la pista molto meglio delle Mercedes

“Oggi siamo stati più veloci di quanto ci aspettassimo, anche se i tempi odierni possono non essere totalmente veritieri perché in molti – me compreso – abbiamo beneficiato delle scie sui rettilinei, mentre altri non sono riusciti a chiudere i loro giri lanciati per varie ragioni – spiega Carlos Sainz – . Questa prima giornata a Baku è stata comunque incoraggiante per il team”.

“Domani pomeriggio avremo senz’altro indicazioni migliori in ottica qualifica, e dal canto nostro dobbiamo capire dove trovare qualche decimo nei giri veloci e allo stesso tempo trovare un buon compromesso nel setup per far funzionare bene le gomme nei long run. Sappiamo che in questo weekend potrebbero presentarsi delle opportunità e noi dovremo essere pronti per sfruttarle al meglio”.

“È stata senza dubbio una giornata migliore delle aspettative, anche se stiamo parlando solo di prove libere. – ha detto Leclerc – Il passo oggi è stato promettente e continueremo a lavorare questa sera per essere così competitivi anche domani. In macchina mi sono sentito a mio agio, specialmente in frenata, forse fin troppo visto come ho spinto alla curva 15! Però è anche a questo che servono le prove libere: a cercare il limite. Comunque anche quello era un buon giro, ora vediamo come va domani”.
“I nostri principali rivali sono veloci, anche se non tutti lo hanno ancora fatto capire, e per questo dobbiamo essere certi di fare tutto alla perfezione. Dobbiamo massimizzare il nostro potenziale e credo che potremmo essere ben messi in vista delle qualifiche”.

Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.