Todt: in Formula1 si è sempre copiato dai migliori

Volete sapere come finirà la vicenda Racing Point? Sentite che cosa ne pensa Jean Todt in quest’intervista all’Equipe… certo una cosa è copiare, un’altra sarebbe scoprire che sono passati di mano dei progetti…

Lei evoca un campionato senza sorprese, ma la Racing Point…

«Questa è la Formula 1. Quando hai risolto un problema, se ne presenta un altro».

Ma qual è il suo punto di vista? Lei si è speso per una F1 in cui ogni scuderia costruisce la propria vettura

«Esistono delle regole e sono quelle che vanno applicate. Il fatto di poter copiare da un’altra macchina esiste da decenni. Per questo i team sono così scrupolosi nel nascondere la loro produzione e mettono dei teloni. Ricordo che Adrian Newey, attuale direttore delle tecnologie di Red Bull, all’epoca ingegnere in McLaren, veniva sulla griglia a sorvegliare le Ferrari. Una squadra ha sporto reclamo e lo trovo sano. La Red Bull ha fatto lo stesso sul sistema DAS a Melbourne. Meglio farlo prima che si cominci. Se uno ha un dubbio, sporge reclamo. Poi l’interpretazione delle regole, è un’altra parte della Formula 1. C’è chi le interpreta meglio e ne trae vantaggio, tutto è sapere dove sono i suoi attuali limiti».

Ma filosoficamente, trova sportivo che una squadra possa riprodurre la produzione di un’altra?

«Non siamo in filosofia, siamo in cose concrete. O si può fare o è proibito. Se la Racing Point può farlo, tanto meglio per loro».

Non lo trova inquietante sotto il profilo etico?

«Non è questo il punto. È permesso o no? Ci sono cose nella vita che sono sconvenienti e la gente le fa».

Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

2 commenti

  1. Qualche decennio fà c’era anchi chi acquistava la macchina dell’anno prima, cambiava i colori della carrozzeria e poche altre cose e correva così… Giusto ci siano delle regole e giusto siano rispettate. Se Mercedes ha “ceduto” i disegni a RP, è una scorrettezza. se RP ha fotografato le prese d’aria e ne ha create altre che, all’interno, sono diverse, non è vietato. del resto l’intera RP è fotocopia quasi perfetta della W10. Copiare dalla macchian che vince è lecito. Farsi inviare i progetti e ricrearla, no.

    1. concordo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.