Verstappen vola, primi problemi per Mercedes e Ferrari

La Formula1 rischia di insabbiarsi nella tormenta del Bahrain ma alla fine riesce a completare la prima giornata di prove stagionali. Davanti a tutti c’è Max Verstappen è qualcosa significherà pure…

Tanta sabbia. Troppa sabbia. La Formula1 muove i primi passi in un’atmosfera quasi da rally… non ci voleva perché quest’anno ci sono soltanto tre giorni prove prima del campionato …

I tempi hanno insomma poco da raccontare ma la prima giornata di test ci dice che l’affidabilità sarà un fattore importante in questo campionato lungo 23 gare, COVID permettendo.

Ad avere problemi sono state subito Mercedes e Ferrari. Un problema al cambio ha fermato Bottas in mattinata (solo sei giri) e un problema al motore ha chiuso la mattinata di Leclerc con la Sf21.

“Non è stato un buon inizio, perché abbiamo avuto un problema al cambio che è venuto fuori dal nulla e che non siamo ancora riusciti ad identificare e capire”, ha detto Wolff prima che la Freccia Nera passasse a Hamilton.

“Penso che avremo una fotografia non proprio definita dopo questi tre giorni”, ha aggiunto Toto. Difficile dargli torto. Questi tre giorni di prove ci daranno un’indicazione ma non sveleranno tutte le carte. Il nascondino resta il gioco preferito dai team e anche chi non si nasconde come Giovinazzi che ha stupito per il tempo di oggi, non può comunque illudersi…

Il primo giorno di scuola ci racconta che Max Verstappen sarà l’avversario principale di Lewis Hamilton che resta il grande favorito. Non lo dice solo il miglior tempo di giornata ma soprattutto la grande mole di lavoro che Max ha potuto svolgere con quasi 140 giri.

Seguiranno aggiornamenti …

Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.