Alpine conferma Alonso per il 2022. Giusto così

  • Alpine F1 Team e Fernando Alonso riconfermano la loro partnership per la stagione 2022 del Campionato del Mondo FIA di Formula 1.
  • Fernando sarà a fianco di Esteban Ocon per il secondo anno consecutivo, dopo il contratto triennale confermato con il pilota francese precedentemente nella stagione.
  • L’ottimo lavoro di squadra, l’incomparabile esperienza e le competenze di gara di Fernando costituiranno solide fondamenta per i continui progressi di Alpine F1 Team.
  • Il rinnovo del contratto di Fernando apre un nuovo appassionante capitolo per Alpine, dopo la prima vittoria conseguita dalla scuderia quattro settimane fa al Gran Premio di Ungheria.
  • L’esperienza di Fernando sarà di fondamentale importanza per lo sviluppo finale e l’ottimizzazione del telaio e del gruppo motopropulsore progettati per raccogliere la sfida del regolamento 2022 che rappresenta una significativa opportunità per Alpine F1 Team.

Questo il comunicato ufficiale del team. Il commento è semplice: giusto. Fernando ha dimostrato di essere ancora competitivo, di avere ancora una voglia pazzesca e pure (magari un po’ controvoglia chi lo sa…) si essere diventato pure uomo squadra avendo aiutato Ocon a ottenere la sua prima vittoria.

Fernando sognava di diventare lui l’uomo del ritorno al successo di Renault (oggi Alpine), non credo ci siano dubbi. E l’andamento della stagione ce lo conferma. Fernando ha battuto 6-5 il compagno in qualifica e in gara ha chiuso 5-6 il confronto con un punto in meno di Ocon.

Se ingaggi Alonso e verifichi che sia ancora l’Alonso che tutti conosciamo, sinceramente non ci sarebbero stati motivi per chiudere il rapporto. Riconferma più che giusta. Doverosa direi. E se con Alonso crescerà anche Ocon l’Alpine avrà fatto bingo.

Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.