#AustrianGp: #Ferrari tanto lavoro. #Verstappen tanta roba

Max Verstappen si è preso il miglior tempo del venerdì con 43 millesimi di vantaggio su Bottas. Ha voluto portarsi avanti. La Formula1 ha infatti ricordato che in caso il maltempo impedisse lo svolgimento delle qualifiche, lo schieramento di partenza del Gp di Stiria verrà stabilito sulla base dei risultati delle prove FP2. La Ferrari non ci ha badato e ha lavorato seguendo il suo programma.

Non impressionatevi insomma se Leclerc è solo nono a 1″046 e Vettel addittura sedicesimo a 1″953. Hanno lavorato su altri programmi senza inseguire il tempo con gomme fresche e serbatoio scarico. Avevano in programma un lavoro di comparazione. Prove con il vecchio e il nuovo materiale. Quaranta giri Seb e trentacinque Charles: un sacco di dati da scaricare sui computer degli ingegneri.

L’occasione era unica visto che per la prima volta nella storia si correva sulla stessa pista a una settimana di distanza. Ci sono così da comparare i dati della scorsa settimana e quelli di oggi con vecchie e nuove soluzioni. Se vi aspettate miracoli andate da un’altra parte.

Le prove del venerdì confermano che per la pole (se domani la pioggia dovesse essere troppa per girare, le qualifiche verranno spostate a domenica mattina) lotteranno Mercedes e Red Bull. La Ferrari dovrà vedersela con Racing Point e McLaren. Se poi dovessero disputarsi delle qualifiche sul bagnato potremmo anche vedere delle sorprese perchè i valori sarebbero rimescolati e i ferraristi potrebbero tornare in gioco.

Non resta che la danza della pioggia.

Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.