#Formula1 a una settimana dal via manca il calendario, ma va bene così.

Tra una settimana in Austria si comincia. Dopo la falsa partenza australiana di marzo la Formula1 sarà il primo sport a livello internazionale a riprendere. Che cosa dobbiamo aspettarci da questo mondiale 2020?

A una settimana dal via il calendario prevede ufficialmente 8 gare e ufficiosamente altre tre in Europa tra cui il Gp di Toscana al Mugello, quello che sarà il millesimo gran premio della storia Ferrari. Correrlo sulla pista di casa e di proprietà sarà qualcosa di speciale e Liberty Media in questo periodo cerca soprattutto “cose speciali” per attirare l’attenzione.

Dopo a Monza ci saranno il Mugello, Sochi (o la Germania) e Portimao. Poi si vedrà forse il Canada, forse la Cina. Molto probabilmente quattro gare tra Bahrain e Abu Dabi. Alla fine le gare dovrebbero essere almeno 15. Niente male.

Manca ancora il calendario ufficiale, ma va bene così. La situazione Covid impone prudenza e probabilmente scopriremo il calendario solo strada facendo (nei prossimi giorni altre tre gare, poi a settembre sapremo le date e le locations delle ultime). Le uniche certezze sono che entro metà dicembre il Mondiale sarà finito e che le gare alla fine saranno almeno 15.

Le ultime prove di Barcellona, ormai lontanissime, ci avevano raccontato di una Mercedes favorita e di una Ferrari in difficoltà con la Red Bull pronta a prendersi il ruolo di grande rivale Mercedes e la a Force India, la Pink Mercedes, candidata a sorpresa.

Sarà ancora così?

Non credo. Le fabbriche sono sta chiuse per rispettare il lock down imposto dalla Fia, ma le menti degli ingegneri non le puoi chiudere… vedremo presto tante novità e gli equilibri precampionato potrebbero cambiare. Mattia Binotto continua a parlare diz Ferrari non competitiva nelle prime gare della stagione. Gli crederò solo sabato pomeriggio dopo le qualifiche.

Share Button
Annunci
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

1 commento

  1. Sig Zapelloni
    Grazie di questo post, interessante come sempre.
    Mi e’ piacuta la spiegazione Di “cose speciali” (anche se alpha tauri ha parlato pure molto bene del Mugello) e sopratutto l’ultima parte… spero infatti Di vedere non solo una gara ma un campeonato interessante

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.