#Gilles, perché #Villeneuve e’ indimenticabile

L’8 maggio e’ il giorno di Gilles. Ormai sono passati 39 anni da quando nel 1982 Villeneuve e’ volato via, ma resta nella testa di tutti. Perché?

Gilles era genuino e non si risparmiava mai.

Gilles correva con il cuore.

Gilles aveva un cuore grande che lo portava a cercare sempre di superare i limiti per dimostrare che poteva farcela, che nulla con un volante tra le mani gli fosse vietato.

Gilles sapeva sfruttare l’auto che aveva a disposizione al 110%

Se mi vogliono sono così, di certo non posso cambiare: perché io, di sentire dei cavalli che mi spingono la schiena, ne ho bisogno come dell’aria che respiro

Gilles Villeneuve

Gilles sapeva essere uomo squadra come dimostra l’aiuto che diede a Scheckter nel 1979.

Gilles se dava fiducia a qualcuno gliela dava in toto, ma se si sentiva tradito non riusciva a spiegarselo e si richiudeva in se stesso come con Pironi.

Gilles aveva un cuore molto italiano caldo e appassionato. Penso sia per questo motivo che il suo rapporto con gli italiani fosse così forte

Joanna Villeneuve

Gilles rischiava troppo. Sempre. In pista, in autostrada, in elicottero. Non è mai riuscito a crescere e questo gli ha impedito di raggiungere traguardi più importanti. Ma la gente lo ha amato anche per questo.

Gilles era un puro come racconta sempre Mauro Forghieri che però aggiungeva “per questo non sarebbe mai diventato campione del mondo.

Gilles era come un figlio per Enzo Ferrari che lo ha ingaggiato quando era ancora uno sconosciuto e lo ha protetto fin che ha potuto. Ma purtroppo quel giorno a Imola nessuno lo protesse fino in fondo.

Gilles rispettava gli avversari, meno la sua macchina e la sua vita.

Gilles ci ha lasciato un ricordo incancellabile è un figlio, Jacques, che ha vinto quel mondiale a lui proibito. Non ha vinto correndo come Gilles, ma ha vinto correndo per Gilles.

Qualche altro post dedicato a Gilles
#Villeneuve 70: perchè #Gilles è ancora così amato da tutti
Ricordando #Gilles: 37 anni dopo cerchiamo il nuovo #Villeneuve
Rosso #Ferrari il nuovo podcast su @Storytel
La storia della #Formula1 in 50 ritratti. Da #Alonso a … #Villeneuve

Come consiglio di lettura un titolo soprattutto: l’inserto Machina https://www.formulapassion.it/machina/machina-book/machina-2-cuore-di-gilles-villeneuve-f1-ferrari-forghieri-zolder-canada-libro-434545.html

Share Button
Annunci
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.