La corsa contro il Covid di Hamilton: mi sento bene, finalmente. Basterà?

“È stata una settimana difficile ma questa mattina mi sono svegliato e finalmente mi sento bene”. Lewis Hamilton torna dare notizia di sè via Instagram. Non ha una bella faccia, ma ha voglia di tornare. Forse le prestazioni di Russell hanno aumentato la sua voglia di guarire…

Non sarà facile per Lewis risalire sulla sua Mercedes. Le regole degli Emirati in quanto a Covid sono molto precise e restrittive: ha bisogno di quattro tamponi negativi consecutivi per avere l’ok a entrare ad Abu Dhabi anche se arriva dal Bahrain. Una corsa contro il tempo. La Mercedes lo attenderà fino all’ultimo, ma intanto tiene in preallarme Russell.

Non ce ne voglia Lewis, ma sarebbe interessante rivedere all’opera George sulla Freccia Nera su una nuova pista…

“Ciao a tutti. Spero stiate tutti bene. Non ci siamo visti la scorsa settimana, ma è stato uno dei periodi più difficili della mia vita. Ho solo pensato a recuperare e tornare in forma per tornare al volante della W11 e correre ad Abu Dhabi”, ha detto un Hamilton un po’ ammaccato.

“Oggi mi sento alla grande. Sono riuscito a fare il primo allenamento. Ringrazio tutti per avermi mandato messaggi meravigliosi nel corso di questi giorni. Ho apprezzato davvero tanto. Spero riusciate a essere positivi in questo periodo e a superare qualunque cosa stiate passando. Spero di tornare in macchina presto”.

Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

1 commento

  1. Piacerebbe vedere si Russel su un circuito un pò meno “facile”, però Lewis deve subito far notare la differenza perchè sennò, da qui all’inizio della prossima stagione, rimarrebbe sempre il dubbio di aver fatto la scelta giusta lasciando Russel un altro anno in Williams. A mio parere si: sia per ringraziare Bottas del lavoro fatto fino qui (ha sempre fatto il fedele scudiero lasciando anche ad Hamilton punti preziosi per agevolare la conquista del campionato), sia perchè far debuttare adesso Russel su questa macchina che fra due anni non sarà più uguale forse non è così conveniente. Lo spettacolo forse ne trarrebbe giovamento. Dovrebbero avere la stessa spregiudicatezza della RB che scambia i piloti tra le scuderie (e che, tra l’altro, è quello che i ferraristi vorrebbero sacrificando Sainz a favore di Mick dimenticandosi che ancora non ha messo piede su una F1 in gara)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.