SuperMax chiude in pole beffando le Mercedes… Ferrari soliti dolori

L’ultima pole della stagione è di superMax Verstappen. Un gran colpo per quella che è l’unica pole stagionale senza un motore Mercedes (10 Hamilton, 5 Bottas, 1 Stroll), la centesima prima fila Red Bull. Un super giro mentre Bottas pensava di esser riuscito a stare davanti a tutti, vincendo il duello con Hamilton. Per 25 millesimi, senza ottenere nessun fucsia nei tre settori, ha interrotto il filotto Mercedes che da sei anni partiva davanti ad Abu Dhabi.

“E’ stata complicata, non trovavo il ritmo nell’ultimo settore… ma poi nell’ultimo giro ce l’ho fatta… dopo aver inseguito per tutto l’anno, finalmente ce l’ho fatta”, ha detto Max che proverà a chiudere la stagione portandosi a casa anche la vittoria. In fin dei conti è solo alla terza pole della sua carriera.

Nella pole c’è tanto di Max, ovviamente. Basta vedere il tempo di Albon, quinto, battuto anche da Norris, saccato di 0″325 dal compagno in pole.

“Partire primi è più bello, qui è difficile superare, ma proverò a ribaltare la situazione anche con la strategia”, ha detto Hamilton anche se qui c’è ben poco da inventarsi perchè è difficile staccarsi dalla strategia con una sola sosta. Non è stato un Hamilton perfetto… ha sbagliato nell’ultimo settore.

Ci sono quattro piloti in due decimi. I primi tre sono racchiusi in 86 millesimi… Qualifiche molto vicine che forse significano una cosa: Hamilton dopo il Covid, non era ancora al 100%. Ha commesso qualche errore, senza dubbio: non è normale vederlo in seconda fila… Bottas voleva chiudere in pole, anche Toto Wolff tifava visibilmente per lui… Bottas aveva battuto Hamilton con un ottimo terzo settore, ma non gli è bastato per restare davanti. Ma forse stava peggio una settimana fa quando era in pole, ma con baby Russell attaccato.

La Ferrari ha chiuso senza miracoli la stagione. Leclerc ci aveva illusi con un grande giro in Q2 quando con gomme gialle aveva strappato il quarto tempo. In Q3 passato sulle Pirelli morbide non è invece riuscito a far molto: ha ottenuto il nono tempo, ma scatterà in 12esima posizione (3 posizioni di penalità per il crash al via nell’ultima gara) accanto a Vettel che per la 14 esima volta su 17 gare è rimasto escluso dalla Q3. Un mesto saluto alla Ferrari.

“Non mi aspettavo di andare peggio in Q3 che in Q1 nell’ultimo settore facevo molta fatica con le gomme… Partirò con le medie, ma non siamo nella miglior posizione per sognare… darò tutto per chiudere la stagione nel migliore dei modi… io ci credo sempre, ma sarà davvero difficile”, ha detto Charles che ha indossato un casco con dedica a Seb, davvero un bel gesto per salutare il suo compagno di squadra.

Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.