BritishGp: Hamilton si prende la gara di Leclerc

Il re è ancora Lewis Hamilton. Ma l’uomo del giorno al BritishGp è stato Charles Leclerc che ha tenuto la Ferrari in testa fino a due giri dalla fine nlla domenica in cui si festeggiavano i 70 anni dalla prima vittoria nella storia della Scuderia, proprio qui a Silverstone con Froilan Gonzalez il 14 luglio 1951.

La rincorsa di Hamilton dopo il botto al primon giro (Verstappen Hamilton: che botta! Quasi come a Suzuka 1990 tra Senna e Prost) e i 10 secondi di penalità è arrivata al bersaglio a due giri dalla fine. Dopo il pit sto Hamilton ha cominciato a guadagnare un secondo al giro sulla Ferrari e alla fine il sorpasso è stato inevitabile. Lewis lo ha colpito alla stessa curva in cui c’era stato il crash con Verstappen al primo giro, tanto che Charles è dovuto andare largo, quasi rischiando andando oltre i limiti. Lui il crash l ha sapuito evitare. E comunque è un Hamilton cattivissimo come raramente lo avevamo visto ultimamente.

“Cosa provo? – ha detto Hamilton – È qualcosa di travolgente. Gara in incredibilmente difficile. Grande aiuto di squadra anche da Bottas. L’incidente? Sapevo da ieri che dovevo essere aggressivo con Max, io mi sono affiancato a lui ma penso di avergli lasciato spazio”. Il suo pubblico è in delirio. 356 mila persone in 3 giorni in questi tempi sono qualcosa di pazzesco e, purtroppo, anche di un po’ preoccupante.

Rimpianti? Non direi perchè la Ferrari qui temeva di ripetere una gara tipo Le Castellet finendo doppiata. Invece con le gomme medie (e la temperatura più alta del previsto) Charles è rimasto davanti con un ritmo straordinario, poi quando si è passati alle Pirelli bianche, la mescola Hard, la Mercedes (almeno quella di Hamilton) ha ritrovato un ritmo irresistibile. Al 32° giro Lewis era a 13″5 da Leclerc, al 50° giro lo ha passato.

“È difficile godermi questo momento… Ho dato il 100 per cento, anzi il 200 per cento… mi è mancato qualcosina per vincere – spiega Charles – non mi aspettavo di lottare per la vittoria. Sapevamo di essere competitivi, ma non così. Sono orgoglioso di come stia lavorando bene la squadra. Stiamo facendo le cose giuste”. Charles è deluso per non aver vinto. Non dovrebbe perchè oggi ha regalato alla Ferrari e ai suoi tifosi un sogno che sembrava una Missione Impossibile alla Tom Cruise, ai box a tifare Hamilton…

La Ferrari ha sorpreso e anche la gara di Sainz è stata particolarmente buona nonostante Carlos sia partito lontano e poi non sia riuscito a passare Ricciardo anche per colpa di un errore ai box (Anteriore sinistra) che gli ha impedito di restare davanti. A Silverstone la Ferrari temeva la catastrofe, ha sfiorato l’impresa in Wembley Style.

Hamilton ha dato una gran spallata a Verstappen, in pista e in classifica. Ha guadagnato 25 punti (Perez gli ha portato via il punto del giro veloce) su Max e ha ridotto a 8 punti il distacco. Il duello ripartirà ancora più feroce di quanto non sia stato fin qui. Aspettiamoci parole di fuoco.

Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

1 commento

  1. Gara di Leclerc? Ma non scherziamo. Penalizzazione tutta da ridere per Hamilton, la rossa dilapida un vantaggio di 14 secondi in meno di 18 giri e questa la si definisce un’impresa?
    Sainz non è riuscito a sopravanzare Ricciatdo nemmeno in venti giri. Fossi un ferraiolo non mi esiterei con queste prestazioni ma mi preoccuperei.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.