Gresini non molla. Quando la fretta non fa rima con giornalismo…

Fausto Gresini è vivo e continua a lottare contro il Covid. Tristezza puoi andare via. Ma la fretta non è mai stata buona compagna di viaggio del giornalismo…

Quando mi sono arrivate due notifiche da due fonti autorevoli ho twittato anch’io e me ne scuso con i pochi followers che ho. Per fortuna Fausto Gresini uomo che ha attraversato il moto mondiale interpretando con successo ogni ruolo, sta ancora lottando con la sua solita grinta per sopravvivere.

Purtroppo i social e la corsa ad essere i primi a dare una notizia non aiutano. Ma in un caso come questo è doppiamente grave perché passi voler essere i primi su una notizia di mercato, ma sulla vita delle persone non si deve scherzare e mi hanno insegnato che prima di annunciare la morte di una persona bisogna esserne non certi, ma certissimi.

Dobbiamo darci una calmata, contare fino a 10 prima di fare un tweet. Anch’io ci sono cascato mettendo in rete un casco di Grosjean che non era il suo … un errore di cui ho chiesto scusa.

Meglio arrivare dopo. Non rincorrere lo scoop a tutti i costi, altrimenti perdiamo credibilità.

Non resta che sperare che un giorno leggendo certi pezzi Gresini possa farsi una bella risata.

Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.