Impresa Perez nel giorno del pasticcio Mercedes

Alla sagra degli errori trionfa Sergio Perez che al primo giro era ultimo, coinvolto nell’incidente che ha tolto di mezzo Leclerc e Verstappen. Un regalo per il messicano al primo trionfo della sua vita proprio quando è ancora senza un volante per l’anno prossimo, lasciato a piedi dal suo team per far posto a Vettel e al figlio del padrone.

Un grande Perez, un grandissimo Russell. Un Leclerc troppo frettoloso. Un Max vittima inconsapevole. Una Mercedes disastrosa con un doppio pasticcio al box prima con Russell e poi con Bottas, un doppio errore che è costato la vittoria. Ha vinto la Mercedes, vero, ma quella rosa, quella dello scorso anno…

Senza Hamlton le Frecce Nere non vincono. E’ un dato di fatto, anche se la pista prima del pasticcio ai box e poi della foratura che ha costretto Russell a un’altra sosta, ci aveva raccontato altro… Ci aveva raccontato di un Russell fantastico fin dalla partenza quando ha bruciato Bottas quasi che fosse lui alla prima partenza in prima fila della sua vita in Formula 1. Russel era schizzato davanti a via per restarci … fino al secondo pit stop quando sotto Safety Car la Mercedes ha deciso di far rientrare contemporaneamente i suoi piloti… peccato abbia pasticciato con le gomme montando a Russel una gomma di Bottas e a Bottas il suo vecchio set di bianche…. Cosa che ha costretto Russell a un secondo stop immediato per rimettere le gomme giuste…

Alla ripartenza dopo la Safety, Russell ha cominciato la rimonta. Ha sverniciato Bottas, superato Stroll, fatto fuori Ocon e poi quando si apprestava ad attaccare Perez è stato fermato da una foratura… Il sogno è finito lì… Nuova sosta e nuova rimonta dal 14° al nono posto… I primi punti della sua vita… Non esattamente quelli che voleva lui…

La festa è tutta di Perez. Lacrime e gioia “Spero non sia un sogno perchè è da quando corro in Formula 1 che sogno questo momento… una gara fantastica… dopo il primo giro mai avrei pensato a un finale così… ma non mi sono abbattatuto… ho pensato a spingere al massimo… e alla fine i problemi della Mercedes mi hanno aiutato”… Davvero una grande gara. La dimostrazione che merita un posto come già detto qui

E’ anche la prima vittoria della Racing Point, la Mercedes Rosa che ha chiuso con due auto sul podio… Incredibile davvero… Un po’ come il podio di Ocon che si è messo tra le due Mercedes Rosa…

La gara della Ferrari? Vettel ha chiuso 12° evitando il doppiaggio solo per le Safety Car… Vettel ha chiuso alla curva 4 quando non ha visto Perez all’interno e lo ha colpito… Un errore tutto suo in una giornata che avrebbe potuto regalargli qualche soddisfazione… Nel crash ha fatto le spese anche Max, incolpevole… Perez invece è ripartito dai box… e abbiamo visto dove ha chiuso…

Ps. Leclerc giudicato colpevole verrà retrocesso di tre posizioni sullo schieramento nella prossima gara…

Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

4 commenti

  1. Russel ha dimostrato due cose: che è un buon pilota e che rappresenta sicuramente un bel futuro in Mercedes ma ha anche dato ragione a Max: su quella macchina chiunque riesce a vincere, a parte Bottas.

    1. Appunto non mi pare che Bottas sia una pippa ma un buon pilota anche se non un asso

  2. Perez davvero è maturo e merita assolutamente un posto! Incredibile una prima vittoria così: mi ha ricordato Mansell per coraggio e caparbietà!

    1. Beh non esageriamo il leone era di altra pasta… direi che per tenacia comunque il paragone c’è

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.