Pagelle dei test: Red Bull e Honda promosse, Mercedes, Ferrari e Aston Martin in ritardo

Tre giorni di test hanno raccontato solo l’inizio di una storia destinata a svilupparsi su 23 gran premi e tre “Sprint Qualyfing” che a Silverstone, Monza e Interlagos riscriveranno la griglia di partenza dopo una gara lunga appena 100 km disputata al sabato (ma non assegnerà punti). Proviamo a vedere promossi, bocciati e rimandati di questi test… Pagelline pre stagionali insomma…

Mercedes 4. Da tempo non vedevamo la squadra campione del mondo in difficoltà. Rottura del cambio di Bottas il primo giorno e un paio di uscite di pista di Hamilton nei giorni seguenti. Una vettura nervosa come non si era mai vista. Bottas ha ottenuto il miglior tempo del secondo giorno, ma conta poco. Rimandata. Ma il ondiate e’ lungo, anzi lunghissimo. Darla per battuta sarebbe un errore.

Red Bull 8. Esce dai test come la scuderia da battere con Max velocissimo e il nuovo arrivato Perez molto concreto. Da tempo in Red Bull non c’erano due piloti tosti. Servirà allo sviluppo. Sembra pronta a lasciare il segno. Ma della Mercedes e dei suoi guai meglio non fidarsi. Campione d’inverno.

Ferrari 5. Tanti chilometri (solo Alpha Tauri ne ha percorsi di più), ma risultati poco incoraggianti. Solo Sainz in assetto gara nell’ultimo giorno è sembrato aver trovato il ritmo giusto poi alla fine ha anche strappato il terzo tempo prima di rischiare il crash con Kimi… I piloti ci sono, Sainz di sta integrando bene con Charles. La SF21 è migliorata (non ci voleva molto). Il motore pure. Ma basterà? Difficile dirlo adesso. Rimandata.

Alpha Tauri 9. Quanti chilometri. E che tempo con il baby giapponese. Sarà il motore Honda. Sarà l’aver cercato il colpo a sorpresa. Però ha le carte in regola per togliersi qualche soddisfazione. Sorpresa invernale.

McLaren 6. Punta al terzo posto ma per ora affidabilità a parte manca un po’ di consistenza nella gestione delle gomme. Norris e Ricciardo si aspettano di più. Rimandata.

Aston Martin 4. Poca affidabilità poche prestazioni. Come dice Vettel sono mancati un centinaio di giri. Soprattutto Seb non ha potuto attaccare nell’ultima ora dei test, fermo ai box. Copiare la Mercedes wastage volta ha portato anche guai. Stesso problema al cambio. Bocciata.

Alfa Romeo Sauber 6. Una passo avanti rispetto allo scorso anno. Giovinazzi in grande forma, Kimi instancabile: 165 giri nell’ultimo giorno sono davvero tanta roba. “I tempi nei test contano nulla,ma la macchina è meglio di quella dello scorso anno”, assicura Kimi. Promettente.

Alpine 6. Per ora mancano le prestazioni. Di lavoro Alonso e Ocon ne hanno fatto, Fernando ha recuperato in pieno ed ha un’aggressività che fa ben sperare. Promettente.

Haas 5. La peggiore del lotto tenuta a galla dai cavalli Ferrari recuperati col nuovo motore. Schumi e Mazepin non hanno commesso errori clamorosi ma hanno bisogno di imparare. Il povero Mick fermato dal cambio il primo giorno chiede solo di provare, provare, provare. Rimandata.

Williams 7. Un miglioramento importante che ha permesso a Russell e Latifi di completare 372 giri. Non male. Un pericolo per Alfa Sauber. Forse non sarà più l’ultima forza. “Una sessione positiva” ha detto Russell. Non lo aveva mai detto in Williams. Piccola svolta.

Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

3 commenti

  1. Beh no! La Ferrari deve puntare al top, per questo serve una mentalità vincente ed una maturità che deve ancora conseguire totalmente. Tifiamo perchè il 2021 sia un anno di crescita in questo senso, per puntare ad un 2022 veramente al vertice!

  2. […] Vedi anche le Pagelle dei test: Red Bull e Honda promosse, Mercedes, Ferrari e Aston Martin in ritardo […]

  3. […] Le pagelle dei test: Red Bull e Honda promosse, Mercedes, Ferrari e Aston Martin in ritardo […]

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.