Red Bull- Mercedes la guerra continua. Parola ai commissari

La guerra tra Red Bull e Mercedes non finisce, anzi aggiunge benzina al fuoco. Il team di Verstappen ha infatti presentato istanza perchè ritiene troppo lieve la penalità influtta dai commissari a Hamilton. Il reclamo verrà discusso già prima dell’Ungheria. E’ una mossa simile a quella che aveva fatto la Ferrari per difendere Vettel dopo la squalifica del Canada di due anni fa… un reclamo che non portò a nulla.

Come consentito dall’articolo 14 del Codice Sportivo Internazionale, la Red Bull ha depositato il 23 luglio un’istanza di revisione sulla penalità di soli 10″ inflitta a Hamilton dopo l’incidente di Silverstone con Verstappen. Istanza che è stata accolta e verrà discussa in video conferenza giovedì 29 luglio a partire dalle ore 16.

La Red Bull e la Mercedes potranno partecipare all’istanza di revisione con il team manager e un massimo di due testimoni eventualmente richiesti da ciascun Concorrente. La segreteria dei commissari sportivi dovrà ricevere la lista dei testimoni entro le 17 di mercoledì 28 luglio.

La FIA ha deciso d’agire in fretta per dirimere il caso prima della disputa del GP d’Ungheria in modo che il crash di Silverstone non debba avere ripercussioni sul regolare svolgimento del mondiale di F1.

Vedi anche Verstappen Hamilton: che botta! Quasi come a Suzuka 1990 tra Senna e Prost

oppure Parola di Alesi: “Tra Hamilton e Verstappen la colpa è 50 e 50…”.

Share Button
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.